Muore intossicato dal monossido sviluppato da un braciere

Tragedia nella notte in un condominio di Samarate. Intossicati anche la moglie e due amici dell'uomo

la nuova ambulanza del cva di angera

Un uomo di 37 anni di nazionalità ivoriana, Aristide Essis Martial, è morto questa notte a Samarate in un’abitazione di via XXIII marzo, a causa di un’intossicazione da monossido di carbonio.

L’allarme è scattato alla 4 della notte tra sabato e domenica, ma quando i sanitari sono giunti sul posto, per Aristide Essis Martial era già troppo tardi.

Il gas tossico si è sviluppato, secondo quanto accertato dai carabinieri di Busto Arsizio, da un braciere posizionato per riscaldare la camera da letto dove l’uomo dormiva con la moglie.

Anche la moglie, una donna di nazionalità nigeriana di 31 anni, è rimasta intossicata ma in modo meno grave, e si trova ora ricoverata all’Ospedale di Busto Arsizio sotto osservazione, insieme a due connazionali di 32 e 22 anni entrambi residenti a Varese, ospiti ieri sera della coppia. Nessuno di loro è in pericolo di vita.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 dicembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore