Smog, l’assessore richiama anche i cittadini a partire dal riscaldamento

Dalla Regione un richiamo anche ai singoli. Al Protocollo Aria hanno aderito 61 comuni

varie

“In considerazione delle elevate concentrazioni di PM10 registrate in questi giorni e del perdurante stato di condizioni meteo favorevoli all’accumulo degli inquinanti, si richiamano i cittadini alla responsabilità individuale per l’adozione di comportamenti virtuosi e scelte consapevoli per il contenimento dell’inquinamento atmosferico”.

Così l’assessore all’Ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile di Regione Lombardia Claudia Terzi torna a sensibilizzare i
cittadini lombardi in particolare sull’utilizzo delle biomasse legnose.

“In particolare – prosegue Terzi – si raccomanda di contenere l’utilizzo della legna per il riscaldamento domestico limitandosi comunque all’uso di generatori appartenenti alle classi emissive più performanti e di evitare qualsiasi tipo di combustione all’aperto”.

Al Protocollo Aria hanno intanto aderito 61 comuni per un totale di popolazione coinvolta di circa 3,1 milioni di cittadini residenti.

Circa lo stato delle misure previste dal Protocollo aria risulta: attivo il 1° livello per le Province di Milano, Brescia, Bergamo e Varese attivo il 2° livello per la Provincia di Monza-Brianza non attivo per le Province di Como, Lecco, Lodi e non attivo – rientrato da oggi – per le Province di Cremona, Pavia e Mantova.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 dicembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore