Ultimo appuntamento per la rassegna di Musica Sacra

Manifestazione organizzata dal maestro Sergio Paolini con la collaborazione dell'Amministrazione Comunale

musica sacra

Si conclude domenica 11 dicembre alle ore 16 nella Chiesa del Sacro Cuore la VIII° rassegna di Musica Sacra, manifestazione organizzata dal maestro Sergio Paolini con la collaborazione dell’Amministrazione Comunale, che raccoglie l’eredità e continua la tradizionale proposta della rassegna di Musica Organistica e Polifonica conclusasi nel 2008 con la XXX° edizione.

L’ingresso è libero e gratuito.
Questo il programma:
Organista Sergio Paolini

J.S.Bach Preludio e fuga in sol min. BWV 535
(1685-1750) Aria BWV 1003
Toccata e fuga in fa magg. BWV 540

F.Liszt Adagio in re b magg.
(1811-1886) Variazioni su “Weinen, Klagen, Sorgen, Zagen”

M.E.Bossi Chant du soir
(1861-1925) Studio sinfonico in sol min. op.78

Sergio Paolini
Ha studiato organo, composizione organistica e clavicembalo presso il Conservatorio di Milano e Paleografia e Filologia musicale all’Università di Pavia seguendo corsi di perfezionamento con L.F.Tagliavini e K.Gilbert. Si è quindi dedicato a un’intensa carriera concertistica che lo ha portato ad esibirsi in prestigiosi centri musicali in Italia, Germania, Austria, Francia, Russia, Siberia asiatica, Svizzera, Polonia, Ungheria, Repubblica Dominicana e USA (le Cattedrali di Vienna, Milano, Budapest, Varsavia, Losanna, importanti chiese e sale di Roma, Berlino, Salisburgo, New York, San Pietroburgo, Stoccarda, Hannover, Zurigo, ecc.). Ha tenuto anche recitals in veste di solista con le orchestre del Festival di Brescia e Bergamo, Carlo Coccia di Novara, Nuova Cameristica di Milano, Baroqu’ensemble, Filarmonica Russa e ha collaborato con i trombettisti Helmut Hunger e André Bernard. Ha effettuato registrazioni radiofoniche, televisive e discografiche tra le quali “Concerti per organo e orchestra dell’800” con l’Orchestra C.Coccia e numerosi CD realizzati sia su strumenti storici che su organi moderni con musiche che spaziano dal ‘600 al ‘900. Già titolare della cattedra di Organo e canto gregoriano presso il Conservatorio di Milano è stato frequentemente invitato come membro di giuria in concorsi internazionali e, quale docente, a corsi di perfezionamento.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 dicembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore