Abbattimento querce, il Pd: “La Regione si occupi delle schiume nell’Olona”

Il segretario cittadino Alberto Dell'Acqua attacca il consigliere regionale di Forza Italia per aver convocato la commissione ambiente sul tema e le opposizioni in consiglio: "Petizione ai limiti della menzogna"

querce cimitero castellanza

«Dal Consigliere Luca Marsico, interpellato per la questione delle querce rosse e per le quali ha anche convocato una commissione ambiente, aspettiamo da molti anni ben altre risposte, soprattutto sulla situazione ambientale dell’Olona, visto che il fiume continua ad essere intasato dalle schiume chimiche» – così la pensa il segretario cittadino del Pd di Castellanza Alberto Dell’Acqua sulla questione delle querce rosse che l’amministrazione ha intenzione di tagliare all’interno del cimitero cittadino e sostituirle con dei cipressi.

Dell’Acqua, il cui partito sostiene la giunta del sindaco Mirella Cerini, è d’accordo con quanto espresso dal segretario regionale del Pd e consigliere in Regione, Alessandro Alfieri: «Concordo col pensiero del nostro Segretario Regionale quando parla del circo mediatico venutosi a creare intorno al taglio delle querce rosse nel cimitero di Castellanza – e rincara la dose nei confronti dell’opposizione che le vuole salvare -. Abbiamo raccolto parecchi commenti di cittadini indignati, che si sono visti avvicinare da membri dell’opposizione mentre andavano a rendere omaggio ai propri cari al cimitero. Questo è inaudito. Nessuno, neanche per le battaglie più accanite degli ultimi anni come quella della No-Elcon, ha mai osato andare a disturbare i cittadini in uno dei momenti più intimi e più personali come quello in cui si entra in un cimitero per dire una preghiera per i propri cari. Questa è una vergogna».

Il Pd ritiene che il testo della petizione sia tendenzioso: «Quella petizione è al limite della menzogna, poiché non accenna alla legge che prevede la piantumazione di nuovi alberi, cosa già prevista dall’amministrazione che pianterà dei cipressi. Troviamo incoerente chi, facente parte delle scorse amministrazioni, ha operato per l’abbattimento di interi tratti di verde castellanzese (compresi i cipressi all’esterno del cimitero), ci ha quasi regalato l’inceneritore della Elcon e la centrale all’olio di palma e ora si pone come il “non plus ultra” dell’ambientalismo locale».

Dell’Acqua si fa scudo anche delle parole di Legambiente della Valle Olona che, chiamata in causa dalle opposizioni, ha constatato che queste querce rosse hanno la loro importanza storica, ma ha anche riscontrato che esse sono una specie invasiva del territorio già sulla “lista nera” della Regione, che non sono idonee al contesto cimiteriale e che le radici superficiali hanno causato grossi danni alla pavimentazione: «Dobbiamo tristemente constatare che per le opposizioni vale di più il tornaconto mediatico che l’incolumità dei cittadini, visto che parecchie persone anziane si sono ferite per colpa del terreno disconnesso» – concludono i democratici castellanzesi.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 14 Febbraio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.