Bodio, la rotonda sulla provinciale si farà

Il consigliere Tamborini: «Troppi incidenti nel passato, metteremo in sicurezza l'incrocio tra le vie Piave ed Acquadro». Soddisfatta il sindaco Eleonora Paolelli.

Incidente a Bodio Lomnago

Troppi incidenti in quel punto della provinciale del lago. Dopo l’ultimo, il 18 marzo, nel quale era rimasto ucciso un uomo di 58 anni che si trovava a bordo di una moto con la figlia rimasta ferita lievemente, il sindaco di Bodio Eleonora Paolelli aveva chiesto la realizzazione di una rotonda. E la rotonda si farà.
La nuova rotatoria verrà realizzata all’incrocio con le vie Piave e Acquadro in comune di Bodio Lomnago. Lo ha comunicato Villa Recalcati che con quest’opera renderà più sicuro un nodo viabilistico delicato.

Quello interessato è un incrocio molto particolare, poiché presenta un dislivello e gli spazi per realizzare un rondò ad ampio raggio non ci sono.
Per questo motivo la soluzione pensata dagli uffici competenti è molto simile a quella già realizzata a Gavirate, sempre lungo la provinciale del Lago, all’altezza della farmacia. Si tratterà, infatti, di una rotatoria di tipologia compatta, ovvero dalle dimensioni minime previste dalla Legge regionale, con un diametro di 28 metri.
Sarà inoltre prevista anche la realizzazione di marciapiedi e percorsi pedonali protetti.
L’ingombro dell’opera occuperà l’intera sede stradale della provinciale, interrompendo così il rettilineo e costringendo i mezzi a rallentare sensibilmente primi di immettersi nella circonferenza viabilistica e percorre “le due anse d’asfalto”.
Lo studio di fattibilità preparato dai tecnici di Villa Recalcati è stato presentato al Comune di Bodio e qualora non dovessero arrivare osservazione, nei prossimi giorni si procederà alla fase di progettazione definitiva prima di iniziare i lavori che, salvo imprevisti, partiranno entro la fine del 2017.

«Quello che realizzeremo a Bodio è un intervento molto importante sotto il profilo della messa in sicurezza di una provinciale molto trafficata com’è la sp 36 – spiega il Consigliere provinciale alla Viabilità Davide Tamborini –. Con la rotatoria, infatti, andremo a risolvere una situazione delicata, poiché in quel punto, in passato, si spesso registrati incidenti.
Vorrei inoltre sottolineare il dialogo proficuo che abbiamo instaurato con il sindaco e il comune di Bodio al fine di trovare una soluzione condivisa».

E soddisfazione esprime Eleonora Paolelli che aveva sostenuto una raccolta di firme per sollecitare la realizzazione della rotonda. La petizione ha raccolto (ad oggi) quasi 500 adesioni. Ma a questo punto non sarà più necessaria la mobilitazione popolare. La rotonda si farà.

«Mi spiace che la soluzione sia arrivata dopo una fatto così drammatico – commenta il primo cittadino di Bodio – ma sono molto contenta della decisione presa dalla Provincia. E’ stato davvero un rapporto proficuo, un dialogo che mi ha permesso di dare subito una risposta ai miei cittadini. Spero si continui su questa strada di confronto e dialogo perché i risultati si vedono».

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 aprile 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore