Se il serpente ti entra nel cofano della macchina

L’intervento dei vigili del fuoco che hanno recuperato il rettile - innocuo - intrappolato nel motore

Il serpente nella macchina

Arrivi a casa la sera, parcheggi, e un inquilino lungo un metro che cerca il caldo ti entra nel cofano.

Galleria fotografica

Il serpente nella macchina 3 di 3

È un biacco, un serpente innocuo e utilissimo, che però, al momento di girare la chiave e partire, può dare segni di impazienza, e voler tornare in libertà.

È quanto successo ad una lettrice che oggi, 19 luglio, ha segnalato la cosa a Varesenews, non prima di aver avvisato i vigili del fuoco che da Laveno Mombello sono intervenuti e hanno recuperato il rettile.

Si tratta di un animale non velenoso che abita comunemente prati e boschi della nostra provincia: non gli va fatto del male perché svolge un compito fondamentale nella catena alimentare.

In più si ciba, quando ne trova, di vipere, poiché risulta immune dal loro veleno.

Un vero amico, che però in questo caso è stato sfrattato perché il suo posto è un altro.

Lo si riconosce dai colori tendenti al verde, molto più scuri man mano che cresce di età, e dalla pupilla rotonda.

Qualora ne avvistiate uno in casa o nella vostra auto, chiamate il 115.

In tutti gli altri casi, lasciatelo andare.

di
Pubblicato il 19 Luglio 2017
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Il serpente nella macchina 3 di 3

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.