Per Uboldo: “Stiamo diventando il paese dei rifiuti e del degrado”

La dura nota della lista Per Uboldo che, foto alla mano, lancia l'allarme sul crescente degrado visibile in diversi punti del paese.

Per Uboldo: \"Stiamo diventando il paese dei rifiuti e del degrado\"

“Benvenuti nel paese dei rifiuti. E del degrado. Benvenuti ad Uboldo”. Così inizia la dura nota della lista Per Uboldo che, foto alla mano, lancia l’allarme sul crescente degrado visibile in diversi punti del paese.

“Dispiace dirlo – chiariscono dall’opposizione – ma ormai è sotto gli occhi di tutti la situazione di molte zone periferiche e non solo del paese letteralmente sommerse di rifiuti abbandonati”

Un campionario veramente molto ampio di rifiuti: dal manico di ombrello al sellino della bicicletta, dalla lattina di birra “che a Uboldo impera quasi fossimo all’Oktoberfest” al secchiello di vernice, dalla scatola della macchina del caffè ai bicchieri di carta senza dimenticare le bottiglie di vino rotte.

“Sono abbandonati in luoghi diversi e in zone centrali del paese. Non stiamo parlando dei boschi (luogo purtroppo solitamente deputato per l’abbandono di rifiuti), non stiamo parlando dei classici sacchettini di rifiuti che periodicamente vengono lasciati lungo le strade. Stiamo parlando di veri e propri cumuli di rifiuti abbandonati da tempo”.

Diverse le posizioni segnalate dalla lista: “Nel centralissimo parco di via Ceriani quello dove vi sono le scuole elementari e medie, quello dove vi sono i giochi per i bambini, quello dove vi è la palestra comunale, quello a fianco dell’ufficio postale, quello di fronte alla Chiesa, quello dove da qualche tempo è stata tolta la recinzione perché “così lo si rende più vivibile anche di sera””. E ancora: “In via Per Origgio dietro l’aula polifunzionale dove dovrebbe, il condizionale è d’obbligo, sorgere la “Casa dei Talenti”. Per il momento i “talenti” migliori sono quelli che passano le serate a bivaccare in questo angolo buio lasciando per terra ogni cosa. Nella principale via d’ingresso al paese, la via Iv novembre, quella che attraversa Uboldo e collega Saronno con Busto Arsizio. Quella attraversata quotidianamente da circa 20mila veicoli, quella dove dovrebbe sorgere il nuovo insediamento commerciale”.

Dura la condanna all’Amministrazione: “Non occorre essere Sherlock Homes per vedere il degrado.
Eppure nessuno fa nulla. Nessuno muove un dito. Nonostante tutti vedano e sappiano”.

di
Pubblicato il 08 settembre 2017
Leggi i commenti

Foto

Per Uboldo: “Stiamo diventando il paese dei rifiuti e del degrado” 3 di 15

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore