Varese News

Esperienza Civica contro Malerba

Il presidente del consiglio comunale vuole prendere il nome di "Esperienza civica", Magrini gli dice di no

marco magrini

Riceviamo e pubblichiamo una lettera del vicepresidente della Provincia Marco Magrini (foto) e di Gianfranco Bottini, della lista Esperienza Civica, che ha espresso 2 consiglieri in consiglio provinciale.

 

In qualità di promotori e Presentatori della Lista Esperienza Civica , componente della maggioranza in Provincia di Varese, intendiamo fornire dei formali chiarimenti circa il contenuto di una Nota , a firma Stefano Malerba, comparsa in questi giorni su alcuni media locali.
Esperienza Civica è nata sulla base di un Programma Amministrativo riguardante la Provincia di Varese, con alle basi i valori e le potenzialità nascenti dalla più rigorosa interpretazione del civismo, al quale aderirono un certo numero di Liste Civiche della provincia di Varese, costituendo nei fatti una aggregazione federativa nella quale ogni aderente conservava la propria identità.

Tra gli altri, a suo tempo, al suddetto Programma aderì anche la Lega Civica (della quale fa parte Stefano Malerba) attualmente presente con un suo Gruppo nel Consiglio Comunale di Varese che , come gli altri, “collaborò”, come correttamente riferisce Malerba , al processo elettivo dell’ultimo Consiglio Provinciale.

Nella sua nota Malerba avanza l’intendimento di mutare la denominazione del suo Gruppo Consiliare nel Comune di Varese da “Lega Civica” in “ Esperienza Civica”,operazione del tutto unilaterale e per nulla condivisa.

Vogliamo segnalare e chiarire che:

1) Per sua natura nell’ambito di Esperienza Civica tutte le decisioni soggiacciono a un
processo di condivisione, particolarmente in un caso del genere, con le altre Liste che
l’hanno promossa e sostenuta.

2) Esperienza Civica nasce sulla condivisione di un Programma relativo alla Provincia e mai ha
condiviso nè intende farsi carico della condivisione di un Programma, del tutto locale,
come è quello a suo tempo presentato agli elettori da Lega civica

3) Qualora si desse seguito a quanto detto nella citata Nota prospettato si darebbe
contestualmente luogo ad un fastidioso e fuorviante caso di omonimia che potrebbe
essere facilmente interpretato come un tentativo di scorretta appropriazione della
credibilità acquisita da Esperienza Civica e nascente dall’apprezzata attività della stessa
nell’ambito della Provincia.

4) Qualsiasi azione che portasse confusione nella reale identificazione dell’attività di
Esperienza Civica sarà da questa segnalata e contrastata, nell’interesse della chiarezza nei
confronti dei cittadini e delle Liste Civiche aderenti.

5) Tutto quanto sopra detto, anche per un criterio di equità rispetto al corretto
comportamento delle altre Liste aderenti al progetti di Esperienza Civica.
In conclusione vogliamo sinteticamente ricordare che Esperienza Civica è nata per dare
rappresentanza all’intero Territorio Provinciale, ai suoi Amministratori e alle sue realtà sociali ed economiche e non certo per rappresentare singole realtà locali che, seppur rispettabili, devono, nei patti, mantenere la propria identità anche nel rispetto degli impegni presi con i propri elettori.

Bottini Gian Franco
Magrini Marco

—–

Di seguito riproponiamo la lettera con cui Stefano Malerba, presidente del consiglio comunale di Varese, ha espresso in precedenza la sua posizione. 

L’esperienza della Lega Civica è stata un’esperienza di radicale cambiamento nella città ed è stata determinante per l’elezione del nuovo sindaco.

Le aspettative legate a questa esperienza di non-partito erano alte e connotate della certezza di poter contribuire alle politiche amministrative della città.

Numerose difficoltà, soprattutto legate all’avvio del nuovo corso, ci portano ad una riflessione politica in merito a questa possibilità.

L’esperienza della Lega Civica è stata un’esperienza di civismo radicale che ha rifiutato il modello delle liste civiche generate dai partiti.

Tale esperienza con le sue aspettative deve essere salvaguardata.

Per avere maggiori possibilità di incidenza sulle scelte amministrative riteniamo necessario integrare questa esperienza in un contesto più ampio, ed incontrare costruttivamente altre esperienze civiche, l’unità delle quali permetterà di avere più incidenza e peso specifico.

Come già avvenuto durante le elezioni per la amministrazione provinciale vogliamo completare il processo di collaborazione  con  “Esperienza Civica” e quindi uniformare anche sul piano pubblico la valenza politica di tale esperienza.

Ciò permetterà di lavorare in sintonia  con  altre esperienze e persone sia per le elezioni regionali sia per quelle politiche.

A tal fine la denominazione del gruppo consiliare del Comune di Varese cambierà in  “Esperienza Civica” conformemente  alla denominazione esistente in amministrazione provinciale.

Tale cambiamento permetterà di confrontarsi liberamente con le forze politiche su temi amministrativi senza condizionamenti e con l’attenzione massima alle capacità delle persone ed alle disponibilità politiche.

Stefano Malerba

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 ottobre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore