Arcisate Stabio: le certificazioni ci sono. Rfi conferma il via al 7 gennaio

Una nota ufficiale di Rfi, aggiorna sugli ultimi adempimenti prima dell'avvio, confermato per la prima domenica di gennaio

primo treno della Arcisate Stabio a Varese

La ferrovia Arcisate Stabio ha ricevuto le certificazioni necessarie per la messa in esercizio dall’Agenzia nazionale per la sicurezza delle ferrovie (Ansf) e dalla società di certificazione Italcertifer.

Lo annuncia con una nota Rfi, che conferma l’avvio per il 7 gennaio.

«Per tutto il mese di dicembre, viste le peculiarità della linea transfrontaliera, saranno effettuate prove tecniche per testare le condizioni di esercizio e le tecnologie installate – spiega Rfi – come l’innovativo sistema di transizione dinamica che consente il passaggio “in corsa” dalla rete ferroviaria italiana a quella svizzera e viceversa, in piena sicurezza. La nuova linea Arcisate – Stabio è infatti  il primo valico transfrontaliero fra i due Paesi senza stazione di confine». Il sistema di alimentazione è a 3 kV in corrente continua fino al confine di Stato, dove avviene il cambio di tensione a 15 kV in corrente alternata, in uso sulla rete svizzera.

La nota come detto, conferma che il servizio commerciale sulla nuova linea, gestito dalla società Tilo di Regione Lombardia e Canton Ticino, partirà domenica 7 gennaio 2018.

L’infrastruttura è dedicata esclusivamente al servizio passeggeri, con velocità commerciale fino a 100 km/h e la circolazione ferroviaria sarà gestita da apparati di sicurezza telecomandati dal Posto centrale di Milano.

Le opere civili, di armamento e trazione elettrica sono state realizzate dall’impresa Salcef; quelle tecnologiche dall’Associazione Temporanea d’Imprese (ATI) CEIT-Alstom.

di
Pubblicato il 01 dicembre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore