L’arciere Chiara racconta la sua vita tra studi e sport

Studentessa dell'Università dell'Insubria, inserita nel College di tiro con l'arco, Chiara Rebagliati ha parlato del suo impegno nello sport e all'università dell'Insubria

arciere chiara rebagliati

Diffondere tra i più giovani la cultura sportiva e far conoscere uno sport antico quale il tiro con l’arco, ma anche raccontare l’esperienza del College a Varese: Chiara Rebagliati – atleta della ASD Arcieri Torrevecchia di Roma, studentessa del Corso di Laurea in Giurisprudenza dell’Università degli Studi dell’Insubria, iscritta al College di Tiro con l’Arco – è stata invitata a parlare della sua esperienza di studio e sport nella sua città, Savona, davanti a 155 ragazzi di scuola media inferiore, nell’ambito dell’iniziativa “Una classe di valori: stelle nello sport”, come esempio di successo.

Chiara – abituata a convocazioni sportive nazionali e internazionali – per un giorno è stata testimonial del College di Tiro con l’arco dell’Università degli Studi dell’Insubria, il programma che le permette di conciliare sport a livello agonistico e studi universitari, grazie a particolari agevolazioni, vivendo a Varese, al Collegio Cattaneo e studiando al corso di laurea magistrale in Giurisprudenza a Varese.

Chiara, 21 anni di Savona, è un arciere della Nazionale Italiana per la specialità Tiro di Campagna, nella classe Seniores Femminile Arco Ricurvo.

Solo nel mese di febbraio Chiara ha riportato ben nove medaglie: il 10 e 11 febbraio a Roma, al Campionato Regionale Indoor Lazio ha conquistato ben quattro ori aggiudicandosi il titolo di Campionessa Regionale individuale e a squadre – di classe e assoluta. Il 23 febbraio a Rimini, durante l’Italian Challenge ha conquistato il Terzo posto di classe – Seniores Femminile e il Primo Posto a squadre, sempre a Rimini, ai Campionati Italiani Indoor, svoltisi il 24 e 25 febbraio, ha ottenuto l’Argento di classe individuale – Seniores F; l’Oro di classe a squadre – Seniores F; e l’Argento Assoluto a squadre femminile.

«Una giornata ricca di emozioni: dall’altra parte dell’aula, a raccontare il nostro meraviglioso sport, ma soprattutto a far capire che è possibile studiare e fare sport contemporaneamente se veramente lo si vuole. È stato un po’ come tornare indietro nel tempo, (ritornare nelle mia scuola media ed incontrare le mie professoresse) ripercorrendo il mio percorso che dal 2007 non ho mai interrotto – ha commentato Chiara. A volte facciamo le cose talmente con normalità e come routine che non ci rendiamo conto di quanto realmente siano emozionanti per noi stessi, ma anche per chi ci ascolta. Mentre questi ragazzi mi facevano delle domande, mi hanno fatto sentire importante, un modello che loro stessi vorrebbero seguire».

«A parte questa interruzione per l’incontro “Una classe di valori” a Savona, Chiara vive al College Cattaneo dell’Università degli Studi dell’Insubria e sta seguendo le lezioni in vista dei prossimi esami. Chiara è un esempio perfetto della capacità di coniugare sport e studio» commenta Mariangela Casartelli, referente Fitarco per il College Insubria.

Insieme a Chiara, un altro arciere fa parte attualmente del College dell’Università degli Studi dell’Insubria: Simone Lazzaroni, 20 anni, di Cuveglio (VA), iscritto al corso di laurea in Ingegneria per la Sicurezza a Varese.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 marzo 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore