Varese è un comune riciclone. Ora si punta al 70 %

Nel corso dell’evento promosso da Legambiente giunto quest’anno alla sua 25esima edizione, è stato presentato l’innovativo progetto di comunicazione “Varese manca poco”

rifiuti

Aspem e Comune di Varese hanno ricevuto un riconoscimento nell’ambito dell’iniziativa “Comuni ricicloni 2018”. Nel corso dell’evento promosso da Legambiente, quest’anno alla sua 25esima edizione, è stato presentato l’innovativo progetto di comunicazione “Varese manca poco” avviato alla fine del 2016 dalla società di servizi e dall’amministrazione comunale.

Un bel risultato conseguito grazie all’attenzione rivolta ai cittadini e l’impegno profuso per raggiungere il 65% di raccolta differenziata. Un percorso di ascolto e coinvolgimento rivolto a 4 tipologie di utenze ritenute centrali: amministratori di condominio, residenti e attività commerciali del centro, associazioni di stranieri e scuole per migliorare la performance di raccolta differenziata.

Alla prima fase di osservazione e dialogo con i 4 target,  è seguita quella della individuazione congiunta delle soluzioni da mettere in campo responsabilizzando ciascun attore a fare la propria parte. La sottoscrizione delle relative “Carte degli impegni” ha messo nero su bianco i doveri assunti da ciascuno. Il percorso ha portato a modifiche operative di orari, frequenze e servizio di raccolta e ad attivare una nuova procedura di rilevazione delle non conformità di conferimento dei rifiuti. È stato inoltre predisposto un nuovo vademecum di raccolta, comunicazioni multilingue e studiato uno specifico programma di educazione ambientale rivolto alle scuole superiori della città.

Proprio il progetto proposto nell’anno scolastico 2017/2018 ha destato l’interesse di Comieco, Consorzio nazionale recupero e riciclo degli imballaggi a base cellulosica, che ha voluto Aspem tra i premiati dell’iniziativa di Legambiente. Infatti, tra gli impegni richiesti alle scuole, c’è la pesatura dei quantitativi di carta prodotta in ciascun istituto.

«Voglio ringraziare il liceo classico Cairoli, il liceo scientifico Ferraris il liceo artistico statale Frattini, l’istituto statale paritario De Filippi, l’istituto professionale Einaudi, la Scuola europea di Varese e l’istituto Isaac Newton – ha dichiarato Alessandro Azzali Presidente di Aspem- perché è anche grazie a loro se siamo stati premiati e la percentuale di raccolta differenziata a Varese continuerà a crescere. Questi 7 istituti, ormai nostri alleati, rappresentano il 10% della popolazione Varesina: oltre 8.000 utenti complessivi sommando, agli studenti, anche il personale docente e non docente. Sarà per me una gioia consegnare questo premio nelle mani del presidente di Acsm Agam, società capogruppo dell’importante aggregazione che ha coinvolto Aspem, per condividere la soddisfazione che abbiamo provato noi».

Soddisfatto anche Dino De Simone, assessore all’Ambiente del Comune di Varese: «Dopo il superamento del 65% di raccolta differenziata e l’avvicinarsi dell’importantissimo traguardo del 70%, per Varese arriva un nuovo riconoscimento in materia di raccolta differenziata. Un attestato importante che certifica, e questa volta da parte della più importante associazione ambientalista italiana e dal Consorzio nazionale della Carta, del buon lavoro che sta svolgendo Varese in questo campo. Adesso lavoreremo ad altri ambiziosi obiettivi perché la riduzione dei rifiuti e l’economia circolare non sono solo temi importanti per l’ambiente ma anche per lo sviluppo economico della città».

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 29 Giugno 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.