Aperta a Zermatt la funivia più alta del mondo

Dopo poco più di due anni di lavoro è stata inaugurata questa faraonica impresa per salire sul Piccolo Cervino

#MATTERHORNGLACIERRIDE LA FUNIVIA 3S PIÙ ALTA DEL MONDO

Dopo circa due anni e mezzo di lavori è stato inaugurato a Zermatt come da programma il «Matterhorn glacier ride», la funivia trifune più alta del mondo. A partire dall’inizio della stagione invernale 2018/19 gli ospiti possono usare questa funivia per salire sul Piccolo Cervino.

Galleria fotografica

MATTERHORN GLACIER RIDE LA FUNIVIA 3S PIÙ ALTA DEL MONDO ZERMATT 4 di 9

Un evento di apertura spettacolare tanto quanto questa impresa: oggi è stata ufficialmente aperta e inaugurata la nuova funivia trifune che collega la stazione a monte Trockener Steg con il Matterhorn glacier paradise sul Piccolo Cervino, a 3883 metri sul livello del mare. Erano presenti le imprese che hanno partecipato ai lavori, i media e molte personalità provenienti dall’intera Svizzera. Indicativa dell’importanza del progetto per la Svizzera e per il settore turistico la presenza della Consigliera federale Doris Leuthard, che ha anche tagliato il nastro e si è congratulata con tutte le persone coinvolte per l’eccezionale prestazione. Ancora una volta la Svizzera definisce nuovi standard sia per il turismo sia per la costruzione di impianti a fune: «Possiamo esserne fieri», ha dichiarato la ministra dei trasporti. Colpisce vedere come sia stato possibile costruire una nuova funivia in condizioni tanto difficili, con un cantiere a quasi 4000 metri di quota. All’intrattenimento fra un discorso e l’altro ha pensato Freddy Nock, dimostrando nuova-mente al meglio le sue incredibili capacità di funambolo. Durante tutto l’evento Rainer Maria Salzgeber ha fatto in modo che nessuno perdesse il filo, conducendo abilmente gli invitati dall’inizio alla fine del programma ufficiale.

Un’impresa pionieristica. Responsabili per la costruzione dei 3940 metri del «Matterhorn glacier ride» sono Zermatt Bergbahnen AG e il produttore di impianti a fune LEITNER ropeways. Nell’imminente stagione invernale, dopo la messa in servizio ufficiale della funivia, a Zermatt gli ospiti possono salire su 25 cabine, ognuna con 28 posti a sedere creati dallo studio di design Pininfarina, per raggiungere la stazione a monte più alta d’Europa, a 3821 m di quota. Quattro delle cabine sono le cosiddette «Crystal ride», impreziosite da migliaia di cristalli Swarovski e con pavimento trasparente. Attraverso il vetro ai loro piedi i passeggeri vedono il suolo, quasi 200 metri più in basso: una vista sullo spettacolare mondo dei ghiacciai, che non si dimentica facilmente e che suscita certo delle emozioni forti nell’uno o nell’altro passeggero. La capacità di fino a 2000 persone all’ora relegherà al passato i tempi di attesa sul Trockener Steg. Il viaggio di nove minuti entusiasma per il lussuoso comfort e per la fantastica vista a 360° sul panorama alpino di Zermatt.

Hans Peter Julen, presidente uscente del Consiglio di amministrazione di Zermatt Bergbahnen AG, dice: «Con il ”Matterhorn glacier ride” abbiamo creato un collegamento ad alta capacità tra il comprensorio sciistico di Zermatt e il comprensorio sciistico italiano di Cervinia/Valtournenche. Sono molto lieto che siamo riusciti con quest’opera a proseguire la serie di progetti visionari a Zermatt, potenziando ulteriormente la già eccellente posizione a livello internazionale della nostra destinazione turistica. Questa funivia è enormemente importante dal punto di vista turistico e permette di vivere un’esperienza fantastica nella cornice alpina più bella del mondo. A tutte le persone che hanno collaborato va un sentito ringraziamento.».

Il nuovo presidente del Consiglio di amministrazione di Zermatt Bergbahnen AG, Franz Julen, aggiunge: «La costruzione della funivia trifune più alta del mondo sul Piccolo Cervino è solo l’inizio di una visione ancora più grande: in una prima fase si dovrebbe realizzare una funivia per collegare Zermatt e l’Italia, il cosiddetto ”Alpine Crossing”. Questo collegamento transalpino sarà possibile grazie all’ulteriore funivia trifune già in fase di progettazione fra Testa Grigia e il Matterhorn glacier paradise (Piccolo Cervino). In una seconda fase i nostri partner italiani intendono collegare con due funivie il comprensorio sciistico Zermatt – Cervinia – Valtournenche con il Monterosa Ski (Val d’Ayas – Alagna – Gressoney). Questi ulteriori 180 km di piste porterebbero a 540 km l’insieme delle piste su cui divertirsi, creando uno dei più grandi comprensori sciistici del mondo».

Una novità a livello mondiale nel settore degli impianti a fune. Zermatt crea ancora una volta qualcosa di unico con il modernissimo impianto, le lussuose cabine e l’esperienza esclusiva «Crystal ride». A livello mondiale non esiste attualmente un progetto paragonabile. Il «Matterhorn glacier ride» dovrebbe perciò gradualmente diventare un’attrazione imperdibile per visitatori nazionali e stranieri. Sandra Stockinger, responsabile Marketing e Vendite di Zermatt Bergbahnen AG: «Con la nuova funivia offriamo ai nostri ospiti maggiore comfort, eliminiamo i tempi di attesa per salire sul Piccolo Cervino e permettiamo loro uno spettacolare viaggio in funivia sui nostri ghiacciai. Non vediamo l’ora di scoprire come reagiranno gli ospiti alla funivia e alle nuove cabine ”Crystal ride” con pavimento trasparente, naturalmente speriamo che piaceranno loro tanto quanto è piaciuto a noi progettarle e costruirle». Un viaggio nelle nuove cabine di Zermatt garantisce comunque tre cose: vista mozzafiato, un tocco di glamour e un certo brivido.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 settembre 2018
Leggi i commenti

Galleria fotografica

MATTERHORN GLACIER RIDE LA FUNIVIA 3S PIÙ ALTA DEL MONDO ZERMATT 4 di 9

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore