De Tommaso, missione compiuta: è campione italiano junior

Il 22enne di Ispra, con il navigatore Ferrara, è 2° all'Adriatico e conquista il titolo giovanile con una gara di anticipo. Crugnola quarto assoluto

michele ferrara damiano de tommaso rally

Gli sterrati marchigiani sono un palcoscenico dolcissimo per Damiano De Tommaso, 22enne pilota di Ispra, che da adesso in avanti potrà vantare uno “scudetto” del rally. Grazie al secondo posto di categoria colto al 25° Rally Adriatico, De Tommaso ha infatti conquistato il titolo di Campione Italiano Junior, massimo riconoscimento giovanile del rallysmo nazionale.

Galleria fotografica

Rally dell\'Adriatico: per De Tommaso è tricolore Junior 4 di 8

Un risultato eccellente, quello messo nel mirino fin dai primi mesi dell’anno da De Tommaso, che ha condotto con grande regolarità la sua Peugeot 208 R2B navigata dall’esperto Michele Ferrara: due vittorie, un secondo e un terzo posto di categoria in cinque prove rappresentano un ruolino di marcia perfetto per chi punta al titolo.

«Missione compiuta – spiega Damiano – Siamo partiti per l’Adriatico con la voglia di chiudere i conti in chiave campionato per non doverci giocare tutto all’ultima gara. La tattica era quella di evitare gli errori e limitare i rischi, anche se poi con il passare delle prove abbiamo visto che potevamo dire la nostra anche per la vittoria finale. Ciuffi però è andato davvero molto forte, noi dovevamo guardarci da Mazzocchi e così ci siamo presi un buon secondo posto che è valso anche il titolo».

Un successo che De Tommaso vuole condividere: «Con Michele Ferrara, l’altra mia metà dentro all’abitacolo. Non dite che ho vinto io il campionato, lo abbiamo conquistato insieme. E poi devo ringraziare Peugeot Sport Italia perché la macchina è andata sempre bene, la squadra è stata impeccabile per l’intera stagione così come le gomme Pirelli che, peraltro, conosco e uso da sempre».

Ora per De Tommaso si apre una fase non semplice: il titolo italiano junior non garantisce alcun volante per l’anno successivo. «In questo momento so solo che correrò il Due Valli a metà ottobre, ultima prova del CIR: vorrei disputare una gara senza pensieri provando a dare il meglio. Dopo quella festeggeremo il titolo, ma senza nulla di eclatante. Per il 2019 invece, mi piacerebbe già avere notizie ma la situazione non è incoraggiante. Gli ultimi vincitori del CIR Junior hanno faticato molto, non per colpa loro ma per ragioni di budget: io spero che in Italia la situazione si sblocchi, stiamo a vedere».

CIR JUNIOR – Classifica dopo 5 prove su 6
1) Damiano DE TOMMASO 62; 2) Andrea Mazzocchi 42; 3) Tommaso Ciuffi 42; 4) Davide Nicelli 31; 5) Jacopo Trevisani 23.

CRUGNOLA, QUASI PODIO

L’altro pilota varesino al via dell’Adriatico, Andrea Crugnola su Ford Fiesta, ha lottato per tutto l’arco della gara nel tentativo di salire sul podio assoluto, un tentativo sfumato solo nell’ultima prova quando ha perso terreno e posizione a beneficio del “terraiolo” Nicolò Marchioro. Davanti la vittoria è andata a Umberto Scandola e Guido D’Amore (Skoda Fabia), primi per 12″ su Campedelli-Canton (Ford Fiesta), i due binomi che hanno riaperto completamente il campionato italiano. Al termine di un “Adriatico” difficile, infatti, i campioni in carica Andreucci e Andreussi hanno cappottato la propria Peugeot 207 e hanno incamerato il terzo “zero” consecutivo. Tutto si deciderà quindi al Due Valli, con Scandola e “Ucci” in testa al CIR con 57 punti e Campedelli subito dietro, con 52. Quarto Crugnola (46) che tra classifica attuale, scarti e punteggio in palio (coefficiente 1,5) potrebbe addirittura inserirsi di nuovo nella lotta al titolo, anche se l’ipotesi è remota.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 24 settembre 2018
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Rally dell\'Adriatico: per De Tommaso è tricolore Junior 4 di 8

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore