Galli e Tarantino, la Giunta delle elezioni dà l’ultimatum per l’incompatibilità

Alla Camera si discute della posizione dei due primi cittadini per determinare se c'è incompatibilità con la carica di deputati

montecitorio

Come avevamo anticipato la Giunta per le elezioni della Camera dei Deputati ha discusso oggi, martedì 18 settembre, la posizione di incompatibilità dei due deputati leghisti Dario Galli e Leonardo Tarantino, rispettivamente sindaco di Tradate e di Samarate.

La carica di deputati, come era emerso già al momento dell’elezione, presentava ombre di incompatibilità con quella di sindaci di un Comune con più di 15.000 abitanti.

Entrambi contavano in una diversa interpretazione della norma e, soprattutto, in una dilazione dei tempi ma i lavori dei parlamentari stanno procedendo decisamente più spediti di quanto sperato: ad inizio agosto la Giunta ha imbastito la pratica e oggi è stata discussa.

Lo si legge nella bozza del resoconto parlamentare:

Felice Maurizio D’ETTORE, coordinatore del Comitato per i profili attinenti alle incompatibilità, ricorda che nella riunione del 1 agosto 2018 il Comitato ha avviato l’istruttoria in relazione alle cariche rispettivamente di sindaco di Tradate (VA), ricoperta dal deputato Dario Galli, e di sindaco di Samarate (VA), ricoperta dal deputato Leonardo Tarantino.

Trattandosi di cariche incompatibili con il mandato parlamentare ai sensi dell’articolo 13, comma 3, del decreto-legge 13 agosto 2011, n. 138, il Comitato ha convenuto di rinviare alla riunione odierna l’accertamento dell’incompatibilità da proporre alla Giunta, invitando nel contempo i deputati Galli e Tarantino ad assumere le necessarie iniziative per porre fine alla situazione di incompatibilità e di trasmettere tempestivamente alla Giunta la relativa documentazione.

Non essendo nel frattempo pervenuta alcuna documentazione da parte dei deputati Galli e Tarantino, il Comitato nella riunione odierna ha convenuto di proporre alla Giunta plenaria di accertare l’incompatibilità con il mandato parlamentare, ai sensi dell’articolo 13, comma 3, del decreto-legge n. 138 del 2011, della carica di sindaco di Tradate, ricoperta dal deputato Dario Galli, e della carica di sindaco di Samarate, ricoperta dal deputato Leonardo Tarantino.

Inoltre, a seguito dell’istruttoria svolta dal Comitato permanente per le incompatibilità, le ineleggibilità e le decadenze, propone, a nome del Comitato medesimo, ai sensi dell’articolo 16, comma 2, lettera a) del regolamento della Giunta, che la Giunta prenda atto dell’avvenuta cessazione della carica di sindaco di Potenza Picena (MC) da parte del deputato Francesco Acquaroli in data 11 giugno 2018.

La Giunta prende atto.

Roberto GIACHETTI, presidente, trattandosi di incompatibilità direttamente prevista da norme di legge, la cui verifica consiste in un accertamento di mero fatto, propone che la Giunta, conformemente alla prassi applicativa consolidatasi in circostanze analoghe, si limiti ad un accertamento dell’incompatibilità mediante presa d’atto, senza votazioni.

Tale procedura appare del resto necessaria al fine di evitare esiti contrastanti con l’inequivoco dettato normativo.  Avverte, pertanto, che, se non vi sono obiezioni, s’intende approvata la proposta del Comitato di accertare l’incompatibilità con il mandato parlamentare della carica di sindaco del comune di Tradate, ricoperta dal deputato Dario Galli, e della carica di sindaco del comune di Samarate, ricoperta dal deputato Leonardo Tarantino.

Avverte, inoltre, che provvederà ad effettuare immediatamente la comunicazione al Presidente della Camera ai sensi dell’articolo 17, comma 2, del regolamento della Giunta, ai fini dei conseguenti inviti ad optare.

di tomaso.bassani@varesenews.it
Pubblicato il 18 settembre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore