Allo Ial si scopre il cacao, partendo da una cabossa

Nei laboratori di sala bar dello Ial di via Marx si è tenuto l’incontro tra gli allievi di seconda e terza panificatori/pasticceri e l'Associazione "Il Sandalo"

Ial si scopre il cacao... partendo da una cabossa

Lunedì mattina nei laboratori di sala bar dello Ial di via Marx si è tenuto l’incontro tra gli allievi di seconda e terza panificatori/pasticceri e l’Associazione “Il Sandalo” che aveva ospiti due rappresentanti della Comunità De Paz della Colombia.

Jose Rovino Lopez e Levis Giovanni Florez Ramos hanno quindi parlato coi ragazzi sul tema del cioccolato. Nel dettaglio durante l’incontro hanno spaziato “Dalla raccolta, alla barretta” passando dalla coltivazione del cacao e delle relative problematiche che si sviluppano nel loro Paese.

Spettacolare il dono fatto ai ragazzi dello Ial: una cabossa di cacao aperta e fatta provare in diretta agli allievi. Insieme a Lucrezia e Diana, due volontarie dell’associazione Il Sandalo, è stato affrontato il tema dello sfruttamento da parte di colossi internazionali e paramilitari alle popolazioni e alle coltivazioni presenti in Colombia.
A presidiare l’iniziativa Cristina Telazzi, responsabile staff eduzione Il Sandalo e Giorgio Pozzi presidente del gruppo.
“Eventi di questa natura – spiegano dallo Ial – ci permettono di ampliare la consapevolezza dell’essere cittadino da parte degli studenti”.

di saragiud@gmail.com
Pubblicato il 19 settembre 2018
Leggi i commenti

Foto

Allo Ial si scopre il cacao, partendo da una cabossa 2 di 2

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore