Nausea in gravidanza: dieci dritte per evitarla

3 donne su 4 soffrono di nausea durante la gravidanza. I consigli su come limitare i sintomi, a cominciare da una piccola colazione a letto

Generico 2018

Che si manifesti solo al mattino o duri per tutta la giornata, che si limiti ai primi tre mesi di gravidanza o che sia una costante per tutta la gestazione, la nausea è un problema che riguarda almeno tre donne in dolce attesa su quattro. La comunità scientifica ha individuato la causa di questo malessere soprattutto nel forte aumento di alcuni ormoni (tra cui estrogeni, progesterone e soprattutto la beta hCG, gonadotropina corionica) oppure la carenza di vitamina B6 sottolineando che comunque è un fenomeno solitamente associato al benessere del feto, ma limitare i conati certamente aiuta le gestanti a vivere meglio l’attesa del figlio. Ecco un decalogo di pratici consigli estrapolati dalle Linee guida dei ginecologi americani sulla nausea in gravidanza, da quelle italiane sulla gravidanza fisiologica.

COLAZIONE A LETTO E PASTI
Piccoli pasti frequenti sono più tollerabili: oltre ai tre pasti principali (colazione, pranzo e cena) e due merende (a metà mattina e metà pomeriggio), consigliabili in qualunque dieta, può essere utile spezzettare ulteriormente le porzioni durante la giornata: sgranocchiano frutta, frutta secca, piccoli carboidrati secchi, così da evitare lo stomaco vuoto. Per la stessa ragione mettere qualcosa nello stomaco qualche cibo secco appena sveglie, anche prima di alzarsi dal letto, potrebbe aiutare a limitare i primi capogiri del mattino.

ODORI
Evitare cibi e odori che danno fastidio. Ogni donna fa storia a sé ma in generale gli alimenti freddi emanano meno odori di quelli caldi, quindi sono mediamente più tollerati.

DISSETARSI
Bere molto, a piccoli sorsi, ciò che risulta più gradito e preferibilmente non durante i pasti. Sì ad acqua, bevande gassate, tisane. La caffeina invece è da evitare.

RIMEDI NATURALI
Molto utilizzato anche nei rimedi acquistabili in farmacia è lo zenzero. Può essere la base di una tisana oppure se ne può masticare una fettina. Da provare anche la camomilla.

RIPOSARE
La stanchezza può contribuire ad accentuare le nausee. Quindi non esitare a chiedere aiuto o a riposarsi in caso di affaticamento. 

MAI TROPPO SEDUTE
Stare sedute a lungo rischia di comprimere lo stomaco. Anche se il lavoro costringe a stare alla scrivania, cercare comunque di alzarsi spesso. Per la stessa ragione è bene non sdraiarsi appena finito di mangiare.

ARIA FRESCA
Respirare aria fresca, pulita, sicuramente aiuta. Quindi vanno benissimo le passeggiate in luoghi aperti e che aiutano anche a mantenere il tono muscolare e a digerire. Da evitare invece lunghi viaggi in macchina e i luoghi chiusi e affollati, dove l’aria ristagna facilmente.

ABBIGLIAMENTO
Evitare indumenti stretti in vita e preferire in generale un abbigliamento comodo.

DISTRAZIONI
Concentrarsi sulla nausea ne peggiora i sintomi. Quindi è bene cercare, per quanto possibile di distrarsi con film, libri, amiche o passeggiate.

FARMACI
Se la nausea rimane un problema fastidioso, nonostante gli accorgimenti , contattare il medico per valutare l’aiuto di prodotti farmaceutici (compresi integratori di vitamina B6 o braccialetti antinausea), o rimedi come l’agopuntura.

di
Pubblicato il 24 settembre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore