Ascona e Locarno, una regione da scoprire in sella alla bici

Con i suoi paesaggi mozzafiato e un territorio diversificato, questa zona del Ticino offre itinerari su misura per tutti, dalle famiglie agli sportivi

piemontebike cicloturismo

In bici tra la natura e i paesaggi mozzafiato del Canton Ticino. La regione tra Ascona e Locarno offre una serie di itinerari per tutte le esigenze: da quelli più semplici per turisti e famiglie a quelli più tecnici per ciclisti esperti e allenati.

I percorsi per gli amanti della natura si concentrano nei dintorni di Locarno, tra Carvegno, Bignasco, l’Alpe di Neggia, Monte Bré, Valle Orsenone e Vallemaggia. Chi preferisce la easy-bike, sul lago Maggiore può trovare piste pianeggianti ideali anche per le gite di famiglia.

In Vallemaggia, il percorso Bellinzona-Carvegno vi guiderà lungo il fiume, tra il Piano di Magadino e Ponte Brolla, nelle Terre di Pedemonte, dove il gneiss grigio chiaro scavato, spaccato e levigato da prova delle sue acque impetuose. Questo sentiero nella natura che vi condurrà anche alla Riserva naturale delle Bolle di Magadino, che protegge anfibi e uccelli autoctoni.

A Cevio, al Museo di Valmaggia, nel palazzo Franzoni sono presentati temi legati alla dura vita dei vecchi abitanti e ai loro bisogni per la sopravvivenza. Per una breve uscita nel tempo libero, potete prendere in considerazione l’itinerario che si snoda proprio nei pressi di Locarno e Ascona. Dal centro di Locarno, dirigendosi verso il Parco delle Camelie, si prosegue poi verso la passerella ciclabile che conduce ai campi agricoli dei Terreni della Maggia. Il Porto e il Lido di Ascona sono altre due tappe suggestive. Da qui sono sufficienti pochi minuti in sella per raggiungere lo splendido borgo di Ascona e visitare la sua pittoresca piazza.

Per i più sportivi, è possibile prendere la salita che porta al Monte Verità. In alternativa, si può ripartire verso il meraviglioso Santuario della Madonna del Sasso. Scendendo poi da Orselina in direzione di Minusio si attraversano i tipici vicoli ed i cortili del paese. Numerosi anche i percorsi per mountainbike. Nella zona di Cadarda in Val Resa, c’è una rapida salita asfaltata fino al Monte Bré. Qui inizia un singletrail che scorre velocemente fino in Val Resa. Il percorso è mediamente tecnico e presenta passaggi tecnici misti a tratti più scorrevoli e semplici. L’Alta Verzasca propone un sentiero piuttosto pianeggiante situato nella parte alta della Valle Verzasca con punto di partenza Brione Verzasca. Ideale per gli amanti della natura che possono ammirarla lungo il fiume.

L’Alpe di Neggia Bike è un percorso tecnico e avventuroso nella regione del Gambarogno di circa 12 km con una ripidità del 10%, che conduce sul Monte Tamaro in un paesaggio suggestivo sul Lago Maggiore. Seguono 8 km che compongono uno dei singletrail più avventurosi dell’intera regione. La seconda parte del percorso si sviluppa sul Piano Magadino ed è più scorrevole ma diventa più impegnativo nell’ultima parte.

In queste zone sono presenti numerosi Bike-Hotels, così riconosciuti da Hotelleriesuisse, con servizi mirati, spazi attrezzati per il lavaggio e la riparazione della bici e un locale sicuro per custodirla.

di
Pubblicato il 29 ottobre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore