L’orchestra Pizzetti “torna a casa”

Nata a Gallarate, l'orchesta Ildebrando Pizzetti torna con un concerto al teatro Condominio

Orchestra Ildebrando Pizzetti

E’ in programma sabato prossimo 27 ottobre, al teatro “Condominio” di Gallarate, l’ultima “tappa” varesina del tour mozartiano dell’orchestra da camera “Ildebrando Pizzetti”.

Il complesso non più “giovanile” ma di giovani musicisti, diretto da Enrico Saverio Pagano, sta portando in tredici città lombarde il concerto “Mozart a Milano”, sostenuto dalla Fondazione Antonio Carlo Monzino e patrocinato dal Comune di Milano, che intende far conoscere le pagine di musica scritte dall’allora adolescente Wolfgang Amadeus durante i suoi tre soggiorni di studio all’ombra del Duomo (tra il 1769 e il 1773),  che gli fornirono l’occasione di apprendere la lezione di Sammartini e della Scuola sinfonica milanese.

Delle pagine mozartiane il pubblico gallaratese potrà ascoltare, tra l’altro, l’aria per soprano e orchestra “L’ombra de’ rami tuoi” dell’”Ascanio in Alba”, la prima opera lirica del compositore, che fu rappresentata anche a Varese per il duca Francesco III e la sua corte. Del periodo milanese di Mozart  l’orchestra Pizzetti, con il giovane soprano Carlotta Colombo, eseguirà la  Sinfonia K 74 in Sol maggiore,  “Se tutti i mali miei” K83, aria per soprano e orchestra, la Sinfonia K112 in Fa maggiore, il celeberrimo “Exultate Jubilate” K 162, mottetto per soprano e orchestra, e la Sinfonia  K84 in Re maggiore.

IL “RITORNO IN PATRIA” AL CONDOMINIO

Il concerto al “Condominio” segna il ritorno dell’orchestra “Pizzetti” nella sua “terra natale” dopo quattro anni: il complesso fu fondato infatti nell’estate del 2014 a Gallarate dal direttore Pagano, Federica Galli e da alcuni amici, tutti allievi del Conservatorio “Puccini”, di recente “promosso” dal Miur, i quali risposero alla richiesta dell’assessorato alla Cultura di poter contare su un’orchestra per un evento locale.

Dall’esordio, mozartiano, nella chiesa di San Pietro nell’ottobre di quello stesso anno, l’orchestra è cresciuta e oggi è considerata uno dei più promettenti complessi da camera. Già nemmeno un anno dopo la fondazione, il 23 maggio 2015, la “Pizzetti” suonò nella Sala Nervi in Vaticano in occasione dei festeggiamenti per i primi settant’anni delle Acli presieduti da papa Francesco. La scorsa primavera, sempre con il sostegno della Fondazione Monzino, i musicisti diretti dal giovanissimo Enrico Saverio Pagano portarono in scena in vari teatri tra cui il “Sociale” di Mantova una spettacolare edizione del “Flauto Magico” di Mozart.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 ottobre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore