Rovera, sfuma la Carrera Cup Italia. Ora rotta su Le Castellet

Una penalità impedisce al varesino di confermarsi campione della serie tricolore. All'orizzonte le ultime due gare francesi: obiettivo il titolo transalpino

alessio rovera porsche imola 2018

È sfumato sul filo di lana l’assalto di Alessio Rovera alla Carrera Cup Italia, il monomarca della casa tedesca di cui era campione in carica. Nell’ultimo appuntamento di Imola il pilota varesino – che ha saltato due weekend di gara e cinque corse, e quindi è ampiamente “giustificato” – non è riuscito a capovolgere la classifica finale, con la vittoria andata al bravo Gianmarco Quaresmini che si presentava a Imola da leader del campionato.

Il fine settimana di Rovera era iniziato molto bene, con la conquista della pole position, ma il diluvio su Imola ha costretto i piloti a trascorrere gran parte della gara dietro safety car. Il varesino ha poi vinto la prova ma è stato penalizzato per una (presunta) irregolarità nel momento della ripartenza ed è stato classificato al settimo posto (vittoria a Bertonelli, punteggi dimezzati per via della safety), risultato che ha nettamente complicato la rincorsa al titolo.
In Gara2 Rovera ha ottenuto un quinto posto utile per garantirsi la seconda piazza finale nel challenge italiano.

Ora però arriva l’appuntamento clou della stagione del pilota varesino dello Tsunami Racing Team: dal 12 al 14 ottobre si disputerà infatti l’ultimo weekend di gara della Carrera Cup France, principale obiettivo del 2018. A Le Castellet Rovera dovrà rimontare sul leader della classifica, il francese Julian Andlauer, ma è pienamente in corso per il titolo a bordo della sua 911 GT3 Cup. Tre finora le vittorie in Francia per il varesino, con cinque altri podi e due pole position.

«L’obiettivo stagionale è sempre stato quello del monomarca francese, visto che in quello di Porsche Italia abbiamo saltato ben 5 gare su 14 – spiega Rovera tra Imola e il Paul Ricard – Una volta che puoi giocarti il titolo però fai il massimo per conquistarlo e non nascondo un po’ di delusione: sarebbe stato bello confermarmi campione in Italia. A Imola il weekend è stato comunque compromesso da una penalty per una presunta irregolarità al  sabato, ma in ogni caso la conquista della pole position aveva dimostrato massima competitività. Ora dobbiamo solo guardare avanti, perché ci aspetta un’altra supersfida insieme a tutta la squadra. La vittoria nello scorso round di Barcellona, dove ero all’esordio su Porsche, ci dà fiducia, così come il fatto di correre a Le Castellet. È l’unica pista della Carrera Cup France, insieme a Spa, dove possiamo contare su una base di partenza almeno a livello degli altri anche perché a maggio vincemmo entrambe le gare del monomarca italiano. Ce la giochiamo con la massima convinzione in un weekend che sono certo sarà di nuovo ad alta tensione».

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 09 ottobre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore