La grande festa per il Natale della Pro Patria

A Malpensa Fiere la famiglia biancoblu si è scambiata gli auguri, dalla prima squadra ai pulcini

Le festa di Natale della Pro Patria

Nello stesso giorno in cui scoppia il “caso Panini”, la Pro Patria si ritrova in forze a Malpensa Fiere per festeggiare il Natale imminente, un’occasione tanto simbolica quanto importante per tastare con mano la passione dell’ambiente che ha vissuto una stagione memorabile, dal ritorno tra i professionisti allo scudetto.

Galleria fotografica

Le festa di Natale della Pro Patria 4 di 9

Rappresentata la prima squadra al completo e tutte le divisioni giovanili, dai Berretti ai Piccoli Amici (2011). E’ stato proprio il settore giovanile protagonista della serata: ad ogni squadra era affidato il compito di realizzare un video che spiegasse cosa rappresentasse per loro la Pro Patria. I

l video più bello scelto da mister Ivan Javorcic, è stato quello dei 2008, che hanno conquistato così la possibilità di partecipare ad una sessione di allenamento con la prima squadra.

A fare gli onori di casa la presidente Patrizia Testa: «Quando ho rilevato la Pro quattro anni fa trovai una situazione disastrosa, è come se avessi preso per mano un bambino e l’avessi accompagnato a fare elementari, medie e superiori. Ringrazio i giocatori che hanno portato le loro competenze e la loro umanità, ringrazio il mister che ci ha condotti ad una cavalcata memorabile, tanto che solo a noi e alla Juventus in Italia è concesso di portare lo scudetto sul cuore».

«Grazie ai genitori – ha proseguito la “pres” -, la base del nostro movimento, che devono trasmettere ai figli un concetto di sport che va oltre i risultati e si manifesta nel divertimento del giocare assieme. Grazie infine a Nicolò Ramella e a Luca Mottin per aver organizzato questa splendida serata».

A portare gli auguri della città ci ha pensato un grande tifoso della Pro Patria, l’assessore allo Sport e all’Educazione Gigi Farioli: «Questa è la festa di una comunità vera che sa trasmettere i suoi valori, la città vi è riconoscente per aver riportato questa squadra lì dove si merita di stare, grazie, dal giocatore più giovane per arrivare fino a capitan Santana. Le ferite più grandi che questa città mi ha dato sono state a causa di chi ha visto negli anni la Pro Patria come un tempio di mercanti, una gioia poter constatare che Patrizia sia una persona seria con una grande passione per quello che fa, sforzo troppo spesso solitario che ho cercato sempre di spalleggiare».

Chiude la serata l’intervento di chi ha saputo traghettare la squadra ai successi degli ultimi anni, Ivan Javorcic: «Mi considero fortunato a fare parte di questa famiglia, nostro compito è di portare con onore la maglia e saper trasmettere i valori che incarna».

di
Pubblicato il 19 dicembre 2018
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Le festa di Natale della Pro Patria 4 di 9

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore