“PrimaABusto”, il campionato italiano di ginnastica parte dal PalaYamamay

Il palazzetto di via Gabardi ospiterà sabato 23 e domenica 24 febbraio la prima tappa del Campionato Italiano

pro patria bustese ginnastica busto arsizio


La Città di Busto Arsizio veste la maglia della Pro Patria Bustese Ginnastica Artistica per un weekend e ospita il più importante evento italiano dell’anno ginnico.

Sabato 23 e domenica 24 febbraio al PalaYamamay si terrà di fatti la prima tappa del Campionato Italiano di Ginnastica Artistica, battezzata per l’occasione “primaABusto”. Ospite d’onore, portabandiera di Busto Arsizio e grande protagonista in pedana sarà Ludovico Edalli, atleta bustocco tre volte campione d’Italia.

La manifestazione è stata organizzata grazie alla regia della Pro Patria Bustese, coadiuvata dal Comune di Busto Arsizio e dalla Varese Sport Commission, l’organo della Camera di Commercio che unisce grandi eventi sportivi della provincia con la visione turistica e logistica.

Per l’occasione sono attese a Busto Arsizio 72 squadre da tutta la Penisola, per quasi 600 atleti che si traducono in oltre 800 pernottamenti. Sono già stati venduti circa 900 biglietti per l’evento.

A fare gli onori di casa durante la presentazione in Municipio, il sindaco Emanuele Antonelli: «Per Busto Arsizio è importantissimo quando ci sono eventi del genere che portano solo benefici sul territorio. Voglio solo ringraziare chi si è speso nell’organizzazione, siamo sicuri che questo progetto andrà benissimo perché è portato avanti da persone competenti. L’amministrazione non può che aiutare, in particolare la Pro Patria ginnastica ha dimostrato di meritare il nuovo palazzetto, il minimo che possiamo fare per questa società».

L’assessore allo sport Gigi Farioli ha evidenziato l’importanza della manifestazione per la città: «Questo evento è sintomo della grande rilevanza che Busto Arsizio riserva allo sport. Un suggello della storia della Pro Patria ginnastica, forse la più antica società in Italia. La Federazione nel suo 150esimo anno ha voluto fortemente che si partisse da Busto. Come amministrazione non potevamo che rispondere “sì”. Abbiamo fortissimamente voluto questa manifestazioni, che vogliamo sia una festa per la ginnastica, per la città e per la società ginnastica».

pro patria bustese ginnastica busto arsizio

Vicepresidente nazionale della Federazione Ginnastica Artistica, Valter Peroni: «Grazie a Busto Arsizio che ci ospita. Siamo molto felici perché l’ambiente è contento di questa manifestazione. Ci auguriamo che questo possa essere un percorso di condivisione con la Città ma anche con la Società, una delle più storiche in Italia. Questa gara è la più importante a livello nazionale, che portano sui campi di gara i migliori italiani ma anche stranieri di talento. Per noi è un anno importante perché festeggiamo i 150 anni, ci aspettiamo che gli atleti dimostrino le proprie capacità per far parte del giro della nazionale in vista delle Olimpiadi di Tokio. L’organizzazione è rodata, come Federazione siamo tranquilli, speriamo che la risposta del pubblico sia ottima e che anche lo spettacolo sportivo sia dei migliori».

Il Cavaliere Gianfranco Marzolla, bronzo olimpico a Roma 1960: «Dal punto di vista internazionale la Pro Patria Bustese ha fatto tanto nei suoi 138 anni di storia. La società ha mantenuto i valori di sempre sapendosi però aggiornare. Speriamo che il nuovo palazzetto promesso dall’amministrazione possa essere una base importante per una continua crescita, anche per gli altri sport. La ginnastica artistica è una disciplina olimpica e questo, a un anno da Tokio 2020, non può che essere un ulteriore motivo di interesse. La Pro Patria ha già organizzato grandissime manifestazioni e speriamo che nel futuro si possano ospitare anche grandi eventi internazionali. L’augurio è che anche la città possa trarre beneficio da questa manifestazione».

Il presidente della Pro Patria ginnastica, Rosario Vadalà espone tutta la felicità: «Sono veramente orgoglioso di essere il presidente della Pro Patria ginnastica. Non posso che ringraziare i miei collaboratori per il lavoro svolto nell’organizzazione. Vogliamo essere presenti in Italia. Abbiamo l’orgoglio di avere presente Ludovico Edalli, che da bambino è diventato un uomo e campione d’Italia. La notizia del palazzetto rende questa giornata ancora più importante. Grazie alla federazione che ci ha dato questa opportunità».

Componente di giunta della Camera di Commercio Rudy Collini: «Per noi è una grandissima, manifestazione che rientra in pieno nel progetto di Camera di Commercio, Varese Sport Commission, che vuole supportare le società perché gli eventi sportivi siano un volano per il turismo e il territorio».

di francesco.mazzoleni@varesenews.it
Pubblicato il 07 febbraio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore