Pro Patria, contro l’Albissola si festeggiano i 100 anni

Domenica 24 febbraio (ore 14.30) lo "Speroni" sarà vestito di biancoblu per lo storico appuntamento

Pro Patria - Pontedera 1-0

Non sarà una qualunque domenica di campionato, domani, 24 febbraio, per la Pro Patria. Allo “Speroni” è attesa l’Albissola, ma prima ancora della squadra ligure, il popolo biancoblu vuole festeggiare la propria squadra, a pochi giorni al compleanno numero 100.

Alla vigilia della festa, quella che vedrà i giocatori “sfilare” con la maglia celebrativa del centenario, mister Ivan Javorcic non nasconde l’emozione: «Allenare questa squadra in questo momento storico è motivo di grande orgoglio. Due anni fa proprio questa voglia di vivere determinate emozioni mi ha spinto ad accettare l’incarico: la storia che si porta dietro la società, la passione della piazza. Vivere in maniera piena questi momenti è sempre stato un mio obbiettivo, mi nutro di queste sensazioni».

«I ragazzi – prosegue mister Javorcic – meritano di indossare questa maglia, hanno tutte le qualità e i valori che la piazza rappresenta. Nel mondo del calcio di oggi la gente di Busto Arsizio deve essere orgogliosa di questo gruppo».

La celebrazione non deve però oscurare il campo. Se nel girone d’andata Albissola e Pro Patria erano due neopromosse in cerca di punti vitali per la salvezza, oggi, dopo i 33 punti macinati dai biancoblù, i rapporti di forza sono più sbilanciati.

Senza contare il fortino che gli uomini di Javorcic si sono costruiti allo “Speroni”, dove vincono da 5 partite consecutive.

«Sarà dura – continua il croato – anche perché si sono rafforzati a gennaio con innesti di esperienza e qualità. Dovremo mantenere la coerenza delle nostre prestazioni, essere maturi e preparati per questo tipo di avversario. Dalla nostra parte posso dire che non era affatto scontato ritrovarci lassù, ad avere più punti di Novara e Pisa. Sono risultati frutto di un lavoro e di un percorso che ci ha fatto crescere esponenzialmente. Il merito va tutto ai ragazzi, non è scontato imparare dai propri errori».

Per quanto riguarda gli undici che scenderanno in campo, le uniche certezza sono Tornaghi tra i pali e l’assenza di Gucci per una distorsione al ginocchio che lo terrà ai box per 3/4 settimane. Probabile l’utilizza della coppia Santana-Mastroianni, visti i problemini di Le Noci.

Per il resto solito discorso di intercambiabilità: «E’ un po’ la nostra filosofia – spiega lo spalatino -, dare il 100% a prescindere da chi gioca dall’inizio».

Infine la società si augura, per bocca del responsabile della comunicazione Nicolò Ramella, che la città risponda a dovere ad un avvenimento, quello del centenario, che nella vita capita una volta sola.

Per l’occasione lo “Speroni” sarà colorato di biancoblù e ci sarà la possibilità di acquistare la maglia del centenario presso la segreteria del Pro Patria Museum.

La diretta di VareseNews è già iniziata (GUARDA QUI). Potrete commentare in diretta e interagire con gli hashtag #DirettaVn e #ProPatriaAlbissola

di francesco.mazzoleni@varesenews.it
Pubblicato il 23 febbraio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore