Esternalizzato il servizio di asilo nido, verrà affidato in concessione per 6 anni

La decisione arriva dopo l'ennesimo calo di iscrizioni, in parte dovuto all'istituzione delle classi primavera. L'amministrazione ha deciso di affidarlo a privati ma con le regole del pubblico

asilo nido

Il servizio nido d’infanzia sarà esternalizzato al fine di fornire alle famiglie un’offerta più flessibile e più articolata con nuovi servizi. La decisione è stata assunta dalla giunta comunale di Castellanza che, con una delibera, ha deciso di affidare in concessione il servizio a partire dal 1° settembre 2019.

Il servizio nido d’infanzia, riservato ai bambini dai 3 ai 36 mesi, a Castellanza è erogato nei due plessi asilo nido comunale P. Soldini in via V. Veneto e asilo nido comunale Don G. Tacchi in viale Lombardia. I posti disponibili sono complessivamente 68 ma la domanda negli ultimi anni è in costante riduzione, anche a seguito alla istituzione delle sezioni Primavera nelle scuole d’infanzia Cantoni e Pomini.

A fronte della riduzione delle domande e della riduzione del personale comunale in servizio (per pensionamenti o mobilità) l’amministrazione comunale di Castellanza ha deciso che, per mantenere attivo il servizio, migliorarlo e mantenere invariata la contribuzione a carico delle famiglie, si è resa necessaria l’esternalizzazione del servizio.

Ciò significa che il servizio nido d’infanzia non sarà più gestito direttamente dal comune ma da una società esterna che dovrà essere individuata a seguito di affidamento in concessione.

Alla nuova società verranno trasferiti i dipendenti del nido d’infanzia attualmente in servizio, garantendo continuità educativa ed assistenziale ai minori; il Comune manterrà a proprio carico le funzioni di controllo del servizio e la manutenzione straordinaria delle strutture, così come sarà il Comune stesso a fissare le tariffe da pagarsi da parte degli utenti residenti. La durata della concessione sarà di 6 anni a partire dal 1° settembre 2019.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 marzo 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore