Quelle lacrime versate su un trancio di pizza

Oggi ricorre la VIII Giornata nazionale del Fiocchetto Lilla, simbolo dell’impegno e della consapevolezza nei confronti delle problematiche legate ai disturbi alimentari. Ecco la testimonianza di Silvia

Generico 2018

Il 15 marzo 2019 ricorre la VIII Giornata nazionale del Fiocchetto Lillasimbolo dell’impegno e della consapevolezza nei confronti delle problematiche legate ai disturbi alimentari, un fenomeno molte volte sottovalutato sia da chi ne soffre sia dalle famiglie.
L’iniziativa parte da un padre, Stefano Tavilla, che ha perso la figlia Giulia a soli 17 anni per bulimia (in lista d’attesa per ricovero in una struttura dedicata) e ricorre il 15 marzo, proprio nel giorno della sua scomparsa.

Qui riportiamo la testimonianza di Silvia, una giovane varesina che si è lasciata alle spalle la malattia.

Sovente ripetevo «io ho solo lei, non me la portate via».
Ho il ricordo dei giri concentrici nel giardino, le fette biscottate buttate al mattino, il profumo della foto di un piatto di pasta su una rivista.
I gesti ripetuti, ossessivi, le pentole pulite ancora e ancora
Ha l’assordante rumore del vuoto, della solitudine, delle ossa sulla poltrona.
È l’immagine della vita guardata oltre la siepe.
È la memoria di una resistenza ostinata, dello sguardo fisso nel vuoto.
È il ricordo di un pianto su un prato «da lunedì vieni qui», tocca a me.
È la comunità, umanità interrotta che non potrò dimenticare.
Sono le regole, il primo pasto assistito.
È il piatto di pizza bagnato di lacrime.
Sono gli abbracci, la ripresa, lo spogliarsi, il numero giusto di scarpe
È la luce che spegnevo alla mia compagna di stanza che ora non è più qui.
Sono stati quanti… 8 anni? Forse più, forse meno, non mi ricordo più.
Affidatevi agli psicoterapeuti, agli psichiatri, ai medici, agli educatori specializzati
I disturbi del comportamento alimentare portano via ogni giorno qualcosa di te.
Qualcosa che non torna più.  Fatevi aiutare a trasformarlo in altro. In vita.
“Le persone si incontrano per rinascere, nascere non basta più a nessuno”.

 

Qui un’altra testimonianza raccolta dai giovani Giornalisti Fuoriclasse

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 marzo 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore