Avis: calano i donatori. Allo studio strategie per richiamare i giovani

Nel corso delle riunione provinciale che raduna 43 sezioni comunali, si è fatto il punto della situazione con il pensiero alle strategie per richiamare nuovi soci

assemblea provinciale 2019

Quarantatré sezioni Avis comunali in assemblea. Sabato scorso si è svolta la riunione di Avis Provinciale per fare il punto dell’attività passata, presente e futura.

I numeri dicono che nel 2018 si è tornati a registrare un calo dei soci donatori dopo un anno in cui la tendenza alla diminuzione si era arrestata. A fine anno il totale dei donatori era di 24.391 contro i 24.775 di fine 2017: « Da una parte questi numeri non devono allarmare – dicono i responsabili –  dal momento che il nostro sistema si basa (oltre che su alti standard di controllo e di efficienza) sulla programmazione della chiamata dei donatori. Questa procedura consente di garantire il fabbisogno e l’autosufficienza, ma vi è pur sempre la necessità di avere nuovi donatori per poter rispondere alla crescente domanda di sangue ed emocomponenti legata all’invecchiamento della popolazione».

L’identikit del donatore oggi  dice che i donatori uomini sono più numerosi delle donne, 14.913 contro le 9.038 donne, ma queste ultime sono più attive e numerose se si guarda alle fasce di età più giovani ( 1572 contro i  1283 nella fascia di età 19-25). Tra gli stranieri, ci cono 1010 iscritti all’Avis di cui 402 di paesi europei.

Tenuto conto che un donatore uomo può donare ogni tre mesi e che la donazione, contando tutta la procedura, porta via al massimo un’ora di tempo, ciò significa che bastano 4 ore all’anno per poter dare il proprio contributo. 

«Per frenare il trend negativo di donatori – dice il presidente di Avis Provinciale Varese, Gianpiero Badanai –, come ente di coordinamento continueremo ad impegnarci a fianco delle Avis Comunali in uno dei nostri maggiori compiti, che è quello di promuovere la donazione di sangue, soprattutto nella fascia più giovane della popolazione».  A questo proposito vale la pena ricordare che nel 2018 è stato realizzato un video – grazie alla collaborazione di Avis Comunale Luino – che ha visto protagonisti i ragazzi del Liceo nel loro progetto di alternanza scuola lavoro (affiancati anche dall’attrice luinese Sarah Maestri). Il video, “Dona anche tu”, della durata di alcuni minuti, è ora disponibile on line e varrà utilizzato per la promozione del dono nelle scuole del Varesotto.

«Come Avis Provinciale – conclude Badanai – siamo sempre al fianco delle comunali anche nel supporto burocratico, amministrativo e di formazione specifica. In questo anno che è appena cominciato, in particolare, l’impegno si è concentrato sulla riforma degli statuti voluta dalla legge di riforma del Terzo settore dalla quale derivano nuovi obblighi, ma anche nuove sfide».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 aprile 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore