Spaccio nei boschi, fermate due persone

Operazione dei carabinieri ha portato alla scoperta di una base d'appoggio tra gli alberi del parco e alla denuncia di due persone

Generico 2018

All’alba di ieri, i carabinieri della Tenenza di Tradate, con il supporto degli altri militari della Compagnia di Saronno, hanno eseguito un servizio straordinario di controllo del territorio nei boschi del Parco Pineta. I militari, una ventina in tutto, hanno fatto accesso nella zona boschiva approfittando dell’oscurità delle prime ore del mattino (erano le 04.00), riuscendo a sorprendere due persone, entrambe italiane residenti in zona, che controllavano la zona in attesa dell’arrivo degli acquirenti. I due sono stati denunciati per concorso in attività di spaccio.

Addosso sono stati rinvenuti soldi contanti, un braccialetto in oro (sicuramente oggetto di scambio con qualche dose di stupefacente) e un telefono cellulare. Durante la prosecuzione dell’attività sono stati scoperti due giacigli attrezzati con coperte e pentole, dove solitamente trovano riparo gli spacciatori. Durante l’operazione, che è andata avanti per l’intera mattinata, sono stati identificati un’ottantina di soggetti in transito lungo la via provinciale che taglia il Parco, alcuni dei quali avevano raggiunto il posto per acquistare droga.

I due soggetti bloccati e portati in caserma, sono stati letteralmente braccati nel buio senza neanche accorgersi di essere stati circondati. I carabinieri erano infatti appostati dietro ogni anfratto della boscaglia, aspettando il momento opportuno per afferrare il sospettato e immobilizzarlo. Vi sono accertamenti in corso per approfondire le circostanze.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 aprile 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Felice

    È da tempo che speravo di leggere una serie di novità confortanti al fine di ritornare tutti insieme a riappropriarci con la forza dei nostri territori e viverli in tutta la loro bellezza.
    Molto spesso la gente non osava nemmeno più addentrarsi in bici nei sentieri per paura di incontrare questa feccia.
    Carabinieri, vi adoro! Continuate cosi!

Segnala Errore