“Nessuno deve essere solo con la sua fragilità”

La Giornata del Sapere Educativo 2019, che quest’anno ha il titolo “Sperare, sapere, costruire” si è svolta a palazzo Estense nel pomeriggio di martedì 21: organizzazione di Ats Insubria e Università, quest'anno insieme a Comune di Varese e GLP

Varese generiche

La Giornata del Sapere Educativo 2019, che quest’anno ha il titolo “Sperare, sapere, costruire” si è svolta nel pomeriggio martedì 21 maggio dalle 14.15 presso il Salone e i Giardini Estensi di Varese.

Organizzata da ATS dell’Insubria e Università degli Studi dell’Insubria, ha visto la collaborazione dl Gruppo di Lavoro Provinciale per la salute mentale (GLP) e del Comune di Varese.

L’evento, alla sua settima edizione, ha l’obiettivo di stimolare una riflessione a più voci sulla Cura delle relazioni umani: all’inaugurazione dei lavori c’erano anche il sindaco Davide Galimberti e gli assessori Francesca Strazzi e Rossella Dimaggio. Il Comune è per la prima volta partner di questa manifestazione, che coinvolge, oltre agli studenti, anche varie realtà del mondo educativo e sociale del territorio.

«Oggi – ha detto il  sindaco Galimberti – la casa dei cittadini apre le sue porte a conoscenza e sapere. Assieme all’Università dell’Insubria e agli enti varesini attivi nel mondo del sociale e dell’assistenza sanitaria stiamo creando una rete che permetta un reciproco scambio di esperienze, così da far crescere le nuove generazioni e tutto il nostro territorio».

«Il titolo che avete scelto – ha proseguito l’assessore alle Politiche giovanili Francesca Strazzi – ben descrive il lavoro che da più di due anni stiamo portando avanti come amministrazione. Voi giovani siete la nostra speranza per il futuro e le vostre stesse speranze aiutano a creare un sapere condiviso. Quello che possiamo fare è investire sulla vostra formazione e fare in modo che troviate a Varese i giusti stimoli per crescere e per costruire il vostro avvenire. La nostra volontà è che nessuno si senta solo con le proprie fragilità. Personalmente sono molto contenta di aver partecipato agli incontri preparatori di questa giornata, perché essi hanno aperto un ulteriore focus sui giovani e su quanto siano importanti per varie realtà varesine. Lavoriamo per le nuove generazioni mantenendole al centro dell’azione amministrativa».

Settima giorata del sapere educativo
Francesca Strazzi

Presente anche l’assessore ai Servizi educativi Rossella Dimaggio, che ha augurato buon lavoro a tutti i partecipanti della giornata. «Apprezzo molto l’impianto metodologico dell’iniziativa che avete organizzato – ha commentato Dimaggio – questo è il giusto approccio all’educazione, reso possibile dall’accettazione dei diversi punti di vista. La sfida dei nostri giorni è proprio quella di imparare a leggere la realtà con tanti sguardi».

L’EVENTO

La giornata ha visto diversi appuntamenti a partire dall’esibizione del Coro “Le Voci Libere” della Comunità Riabilitativa e del Centro Diurno di Somma Lombardo, costituito da persone con disagio mentale e volontari. A seguire, esibizione di Tai-Chi, a cura del Centro Diurno di Bisuschio: attraverso la regolazione e l’armonizzazione di corporespiro e mentecuore, la sua pratica costante consente un miglioramento delle funzioni fisiologiche, espressive, emotive e mentali.

Settima giorata del sapere educativo

Gli studenti dell’Istituto Statale Istruzione Superiore “E. Stein” di Gavirate hanno presentato un Flash mob contro il gioco d’azzardo patologico, lavoro curato dal laboratorio teatrale dell’istituto Playlab, in collaborazione con “Intrecci Teatrali”.

La manifestazione è continuata a cura della Comunità Riabilitativa di Varese e del Centro di Formazione Musicale – CFM di Barasso, con un progetto di sensibilizzazione alla musica per favorire l’ascolto di sé e dell’altro e si è conclusa. La giornata si conclude con la band “La nuova risonanza” della Psichiatria di Saronno.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 maggio 2019
Leggi i commenti

Foto

“Nessuno deve essere solo con la sua fragilità” 2 di 2

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore