Le scuse della Federvolley a Eugenio Peralta

Un dirigente federale aveva stracciato l'accredito al giornalista di Volley News, già nostro collaboratore. Ora la Fipav ha preso le distanze dall'accaduto

logo fipav pallavolo

Dopo il teatrino, è tempo delle scuse, quelle della Federazione Italiana Pallavolo (Fipav) a Eugenio Peralta, il giornalista – ex collaboratore di VareseNews – a cui domenica scorsa è stato strappato dal collo il pass di ingresso alla tappa di Milano del Campionato Italiano di beach volley. Eugenio oggi lavora per il network “Volley News” ed è stato respinto da Adriano Pucci Mossotti, ex presidente di Fipav Lombardia, oggi consulente federale per il marketing e la comunicazione.

Ieri – martedì 18 – la Fipav ha emesso una nota ufficiale nella quale prende le distanze dall’accaduto, scusandosi sia con il giornalista coinvolto sia con l’intero movimento pallavolistico. Vedremo se in futuro saranno anche presi provvedimenti verso il dirigente coinvolto nella vicenda, anche se spiace rilevare che il comunicato federale evita accuratamente di fare il nome di questa persona – Pucci Mossotti, appunto – e pure quello di Eugenio. Tra l’altro, ci resta qualche dubbio sul fatto che l’accaduto sia dovuto a “trascorsi personali non positivi”, mentre ci pare più verosimile la versione secondo cui il dirigente si sia offeso per un articolo di Volley News (neppure firmato da Peralta) che gli faceva le pulci. Le scuse, però, sono importanti ed è bello che siano arrivate.

«La Federazione Italiana Pallavolo, preso atto di quanto accaduto a Milano in occasione della tappa d’esordio del Circuito Tricolore di beach volley, si dichiara spiacevolmente colpita da quanto successo. Nella fattispecie un dirigente federale ha allontanato un giornalista dalla manifestazione a causa di loro trascorsi personali non positivi.

Il Presidente Federale, il Segretario Generale e tutto il Consiglio Federale si dissociano fermamente da tali comportamenti giudicandoli non opportuni e assolutamente non in linea con la politica comportamentale federale.
Con l’occasione tutta la Federazione Italiana Pallavolo desidera chiedere scusa al giornalista coinvolto e all’intero movimento pallavolistico nazionale per il danno d’immagine provocato».

Un altro accredito strappato a un giornalista sportivo: il caso di Eugenio Peralta

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 19 giugno 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore