Molte conferme e un vicesindaco donna: ecco la nuova squadra di Cavallin

Questa sera nel primo consiglio comunale dopo le elezioni verranno ufficializzati i nomi di coloro che affiancheranno il sindaco nel mandato 2019-2024. Due novità, le deleghe al turismo e alla sicurezza

Induno Olona - Elezioni 2019 - Eletto Marco Cavallin

Molte conferme, un vicesindaco donna e deleghe operative a tutti i consiglieri comunali di maggioranza: è questa la sintesi delle nomine per la Giunta e la squadra che la affiancherà formalizzate dal sindaco di Induno Olona Marco Cavallin, di nuovo alla guida del più grande paese della Valceresio dopo le elezioni dello scorso 26 maggio.

Maurizio Colombo, confermato assessore all’urbanistica, edilizia privata, viabilità e ferrovia, passa il testimone di vicesindaco (funzione che ha rivestito per dieci anni, a partire dal secondo mandato di Maria Angela Bianchi, iniziato nel 2009) a Cecilia Zaini – eletta con il maggior numero di preferenze personali: ben 309  – a sua volta di nuovo investita del ruolo di assessore ai servizi alla persona e all’educazione.

Conferme anche per Emanuele Marin, che continuerà il suo impegno come assessore a cultura, sport, associazionismo e comunicazione, cui aggiungerà la nuova delega al turismo, e per Monica Filpa, confermata assessore ad ambiente, ecologia, protezione civile e innovazione tecnologica.

A svolgere il delicato ruolo di assessore esterno al bilancio, attività finanziarie, attività produttive e commerciali e patrimonio è stato nuovamente chiamato Claudio Andreoletti (operativo in questo ruolo dal 2004).

Il sindaco Marco Cavallin si è invece riservato le deleghe al personale, affari generali, Polizia locale, opere pubbliche, manutenzioni e sicurezza.

Nell’ottica di coinvolgere tutti i consiglieri comunali direttamente nell’amministrazione del paese, il sindaco Cavallin assegnerà a ciascuno degli eletti, non appena ne sarà stata decretata la piena eleggibilità (dopo il primo Consiglio comunale in programma questa sera, giovedì 13 giugno, alle 21) delle precise deleghe: Mirella Massari seguirà le attività ricreative degli anziani e lo Sportello lavoro; Alessandro Schirosi l’associazionismo sportivo; Francesca Crosta si occuperà di decoro urbano e benessere degli animali; Giorgia Rania seguirà le politiche giovanili e le attività economiche e infine Chiara Bossi i progetti per gli adolescenti.

Dunque una conferma praticamente in blocco della Giunta precedente e una operatività condivisa grazie alle deleghe a nuovi consiglierigrazie: «L’enorme consenso che abbiamo conseguito alle elezioni del 26 maggio con il 66,15% dei voti espressi non ha precedenti nella storia del Comune di Induno Olona – dice il sindaco Cavallin – e mi ha indotto a confermare la squadra che tanto bene ha fatto per il paese, secondo il supremo giudizio degli elettori: squadra che vince così bene, non si cambia. La Giunta è un mix di esperienza consolidata e forze più fresche, considerando che Marin e Zaini sono in giunta solo da un paio di anni».

«La lista ViviAmo Induno Olona d’altra parte è da 15 anni al governo del paese con profitto e consenso crescente perché sempre attenta a coinvolgere persone nuove che fanno esperienza amministrativa accanto allo zoccolo duro della Giunta – prosegue Cavallin – In un’ottica di giusto turn-over, ho voluto dare un segnale molto forte, investendo per questa consiliatura Cecilia Zaini della responsabilità di essere la mia vice. Un ruolo delicato, peraltro svolto con impegno e bravura per dieci anni da Maurizio Colombo: a lui vanno i miei ringraziamenti per il gran lavoro fatto e lo spirito di servizio che ha contraddistinto la sua attività. A Cecilia va invece il mio migliore augurio di buon lavoro al servizio della Comunità. Nell’ottica di un necessario ricambio generazionale, che maturerà con il prossimo mandato ho voluto definire e attribuirò formalmente quanto prima a ciascun consigliere alcune significative deleghe operative, in modo che tutti possano mettersi alla prova e vivere esperienze che verranno preziose quando, fra cinque anni, anche da questo gruppo andranno pescati i nuovi nomi da proporre agli elettori. Ora, tutti al lavoro per il nostro amato paese: la fiducia ma anche le aspettative nel nostro operato sono molte e molto alte, e non dobbiamo deludere nessuno».

di
Pubblicato il 13 giugno 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore