Toni distesi e appelli al dialogo nel primo consiglio dell’era Cavalluzzi

Molto pubblico e una sostituzione tra i banchi dell'opposizione nel primo consiglio comunale della nuova amministrazione guidata da Gianluca Cavalluzzi

Arcisate - Consiglio comunale giugno 2019

Un consiglio comunale molto affollato e dai toni distesi ha inaugurato ieri sera i lavori della nuova Amministrazione comunale guidata dal sindaco Gianluca Cavalluzzi, dopo il “ribaltone” che alle elezioni del 26 maggio ha decretato la vittoria di “Noi, voi, Arcisate” e ha mandato all’opposizione il Centro destra Arcisate saldamente al governo della città da anni.

Galleria fotografica

Arcisate - Consiglio comunale giugno 2019 4 di 10

Il nuovo sindaco, visibilmente emozionato, dopo gli adempimenti di rito e il giuramento sulla Costituzione, ha invitato tutti, maggioranza ed opposizione, a lavorare insieme, ognuno nel rispetto dei reciproci ruoli ma nel segno dell’ascolto e della collaborazione.

«Da questa difficile campagna elettorale e dal voto del 26 maggio sono emersi due dati evidenti – ha detto Cavalluzzi – L’elettorato si è spaccato a metà, ma ha anche espresso una volontà di cambiamento. Oggi la nostra responsabilità è duplice: ricomporre questa spaccatura e rispondere a questo bisogno di rinnovamento, cambiando il modo di amministrare. La lista “Noi, voi, Arcisate” ha vinto per la sua volontà di ascoltare e dialogare con i cittadini, e questo sarà il segno della nostra amministrazione. Dialogo e collaborazione anche e soprattutto con la minoranza, a cui non faremo mai mancare la possibilità di comprendere ed avere accesso a tutte le informazioni ma anche la disponibilità a ricevere ed accettare critiche».

Un invito raccolto dal capogruppo di maggioranza Fabio Zagari che nel suo discorso ha detto che quella iniziata con il consiglio comunale di ieri sera «è una “legislatura costituente”, perché chiamata a fare scelte coraggiose e di lungo respiro, che incideranno sui prossimi 20 anni e sul futuro dei nostri figli. Abbiamo un programma impegnativo ed ambizioso che punta a far tornare Arcisate il cuore pulsante della Valceresio».

Di questo però si parlerà nella prossima seduta del Consiglio, quando la maggioranza presenterà le linee programmatiche del suo mandato.

La prima seduta del consiglio ha registrato un cambio tra i banchi dell’opposizione: si è dimessa la giovane consigliera Sara Sosio ed è subentrato il primo dei non eletti, l’ex assessore ai lavori pubblici Maurizio Montalbetti. Un cambio che ha anche un peso politico. Montalbetti, infatti, ha assunto il ruolo di capogruppo e ha annunciato che il gruppo consiliare non si chiamerà “Centro destra Arcisate” ma sarà Arcisate Ideale, «che – ha detto – in un’ottica di sinergia e collaborazione si collega con Lombardia Ideale – Lista Fontana, coerentemente con la proposta della nostra campagna elettorale. Questo non comporta l’automatica adesione di tutte le persone che vi collaborano, dentro e fuori dal Consiglio comunale, che possono rimanere indipendenti e legate esclusivamente alla vita del paese».

Il sindaco Cavalluzzi ha quindi presentato al Consiglio assessori e deleghe affidate ai consiglieri.

Il sindaco Cavalluzzi terrà le deleghe su affari generali, sicurezza, personale e protezione civile.

Mariangela Gariboldi sarà il vicesindaco e assessore ai servizi sociali.

Roberta Vinoni sarà assessore alla cultura, allo sport, alla pubblica istruzione, alla manutenzione e arredo rrbano e verrà coadiuvata da Paolo Demo, che sarà consigliere delegato su associazioni e manifestazioni, e da Alessandra Lamanna che sarà consigliere delegato sui progetti inerenti la pubblica istruzione.

Arianna Miotti è stata nominata assessore a bilancio, tributi ed ecologia.

Alan Breda è il nuovo assessore ai lavori pubblici e viabilità e collaborerà con Gianluca Brunetti che sarà consigliere delegato all’urbanistica ed edilizia privata.

Fabio Zagari, infine, sarà consigliere delegato a commercio, attività produttive e comunicazione istituzionale nonchè capogruppo in Consiglio comunale.

Sono stati inoltre nominati i membri delle cinque commissioni consiliari:

Commissione sport e cultura: Paolo Demo e Alessandra Lamanna per la maggioranza, Isabella Pigaiani per la minoranza.

Commissione bilancio e tributi: Fabio Zagari e Ginluca Brunetti per la maggioranza, Antonio Centorrino per la minoranza.

Ecologia e territorio: Fabio Zagari e Gianluca Brunetti per la maggioranza, Maurizio Montalbetti per la minoranza.

Lavori pubblici: Gianluca Brunetti e Paolo Demo per la maggioranza, Maurizio Montalbetti per la minoranza.

Servizi sociali: Alessandra Lamanna e Paolo Demo per la maggioranza, Emanuela Sardella per la minoranza.

Infine il consiglio comunale all’unanimità ha deciso di rendere aperte al pubblico le sedute della Commissione speciale per l’Istituzione A. Parmiani – organismo strumentale del Comune di Arcisate – composta dal sindaco e dai due capigruppo.

di
Pubblicato il 13 giugno 2019
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Arcisate - Consiglio comunale giugno 2019 4 di 10

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore