In bici in autostrada, aggredisce gli agenti che lo fermano

Un 26enne è stato fermato mentre imboccava lo svincolo in bici ma anziché desistere ha aggredito gli agenti della Stradale. È stato processato per direttissima

bicicletta notte

Giovedì notte una pattuglia della Sottosezione Autostradale di Romagnano Sesia durante un servizio di vigilanza sull’autostrada Gallarate–Gattico ha notato una persona che, a bordo di una bici, si stava immettendo sulla rampa di accesso al casello autostradale di Vergiate.

Vista la pericolosità della condotta gli agenti hanno subito tentato di fermare e ricondurre il conducente sulla viabilità ordinaria, spiegandogli che era vietato l’ingresso in autostrada alle biciclette. Per tutta risposta il ciclista ha provato ulteriormente a proseguire la marcia verso l’ingresso autostradale, colpendo con calci e pugni gli agenti.

Solo con l’intervento di un’altra pattuglia della Polstrada l’aggressore è stato fermato e tratto in arresto per resistenza a pubblico ufficiale e per aver provocato lesioni, giudicate guaribili in tre giorni, agli agenti. A.D.A., di 26 anni, con regolare permesso di soggiorno per motivi umanitari, è stato cosi portato in Tribunale a Busto Arsizio dove, giudicato con rito direttissimo, è stato condannato a dieci mesi di reclusione, con sospensione condizionale della pena e rimesso in libertà.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 luglio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore