Tomassini e Lucchina prosciolti dalle acccuse

Un lungo caso dove si ipotizzavano reati per affari e sanità ma per i giudici di Varese “Il fatto non sussiste“

crepe e allagamenti nel tribunale di Varese

A Varese, per chi se lo ricorda, è il processo “per l’hotel di Capolago“ e per “la Quiete“.

Un lunghissimo filone di indagini partire sette anni fa dopo una serie di esposti che additavano l’ex senatore di Forza Italia Antonio Tomassini  e l’ex direttore generale della sanità lombarda Carlo Lucchina poiché messi sotto accusa per due capi d’imputazione separati e legati all’indebita induzione a promettere utilità.

I fatti risalgono oramai ad anni fa quando i due imputati, oggi prosciolti, avrebbero tratto vantaggi per favorire non solo la costruzione dell’Hotel di Capolago ma anche l’accreditamento della clinica La Quiete per i suoi posti letto messi a disposizione del sistema sanitario nazionale tramite la Regione.

Tutto contenuto in una serie di esposti presentati dai fratelli imprenditori Antonello e Sandro Polita.

Venerdì scorso, 5 luglio è arrivata la sentenza pronunciata dal giudice per l’udienza preliminare del tribunale di Varese Anna Giorgetti che ha emesso il “non luogo a procedere perché il fatto non sussiste“.

Una decisione alla fine di un lunghissimo iter processuale che ha visto palleggiare il procedimento fra Milano e Varese, fino alla sentenza di qualche giorno fa.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 08 Luglio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.