Il Distretto intercomunale diffuso piace anche a Gorla Minore

Positivo l’incontro tra i vertici di Ascom Busto e il sindaco Landoni. Sul tavolo anche i lavori per il restyling di piazza XXV Aprile

ascom gorla minore

Anche Gorla Minore ha dato la sua disponibilità. Il sindaco Vittorio Landoni si aggiunge ai colleghi di Fagnano Olona, Gorla Maggiore e Castellanza, che nelle scorse settimane hanno dato il loro benestare al nuovo ruolo del Distretto intercomunale diffuso (Did). Ovvero, quello di “regista” nel coordinamento e nella presentazione di progetti, finalizzati alla rigenerazione urbana e al rilancio del tessuto commerciale degli otto Comuni della Valle. 

Il primo cittadino ha ricevuto la delegazione di Confcommercio Ascom Busto Arsizio guidata dal presidente Rudy Collini e composta dal vicepresidente Gaetano Spinola, dal direttore Francesco Dallo e dal vicedirettore Alessandro Castiglioni. Sul tavolo, come nei precedenti tre incontri, la proposta di mettere in rete le amministrazioni comunali, «collegandole tra loro attraverso tematiche e ipotesi di intervento condivisibili, cha abbiano ricadute positive sul nostro territorio», come ha rimarcato il numero uno di Ascom. Collini ha anche posto l’accento sulla necessità «di supportare le imprese che già operano nella Valle Olona, creando contemporaneamente i presupposti affinché possano sorgere nuove attività». E il punto di partenza dovrà essere l’adesione al prossimo bando regionale rivolto ai Distretti commerciali con un progetto comune.

Il sindaco Landoni, figlio di uno storico negoziante di Gorla Minore, ha premesso di prestare da sempre la massima attenzione al commercio, «settore che conosco molto bene avendolo vissuto come esperienza familiare e da anni amministratore pubblico sensibile alle esigenze del mondo dell’imprenditoria». Il primo cittadino ha condiviso «l’importanza di fare rete tra amministrazioni comunali, strada indicata dalla stessa Regione con la quale potremmo perciò aumentare il nostro “potere contrattuale”. Per questa ragione ritengo più che condivisibile l’idea di un Did sopra le parti, con un ruolo di coordinamento delle amministrazioni coinvolte nel progetto».

La nuova piazza XXV Aprile

Il vertice è stato anche l’occasione per fare il punto sul progetto di restyling della piazza XXV Aprile. Landoni, mappali alla mano, ha illustrato l’intervento che riqualificherà un’area strategica per i cittadini di Gorla e partirà nei prossimi mesi. 

Rudy Collini si è trovato d’accordo nel condividere la grande importanza dell’opera per tutti i commercianti della zona, ricordando all’amministrazione che diviene fondamentale la gestione dei disagi inevitabilmente generati dal periodo di cantierizzazione «che da sempre è la più delicata per i negozianti che hanno la propria attività nell’area interessata». A tal proposito, il presidente di Ascom ha chiesto la disponibilità del Comune ad andare incontro agli esercenti della piazza, prevedendo alcuni sgravi fiscali, come ad esempio uno sconto per il periodo dei lavori sulla tassa rifiuti. Il sindaco ha preso nota: «Valuteremo con attenzione questo tipo di soluzione». 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 agosto 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore