Dal Tchoukball al biliardino, nuovi sport in vetrina a Malpensafiere

Malpensa fiere ospita nel fine settimana “Wow Festival - uno sport mai visto prima”, la prima rassegna Csi dedicata a nuove discipline, dal 27 al 29 settembre a ingresso gratuito. Un fitto programma tra giochi, esibizioni, corsi di formazione e convegni

Generico 2018

Dal 27 al 29 settembre 2019, MalpensaFiere a Busto Arsizio farà da cornice alla prima edizione del Wow Festival,  kermesse nazionale dedicata a nuovi sport emergenti organizzata dal CSI/Centro Sportivo Italiano.

Una particolare vetrina dove si potranno vedere e provare nuovi curiosi come il Tchoukball, il Dodgeball, KinBall, il Biliardino, la Danza sportiva, gli E-sport, i Giochi di ruolo, Nordic Walking, Tai-chi, Teamgym, Ultimate Frisbee, WellDance, Wushu.

Un luogo dove si potranno scoprire nuovi gusti, nuove tendenze, tante sfumature e declinazioni dello sport: che saranno in mostra per stupire gli spettatori in visita all’evento lombardo. Sono attesi infatti tanti ragazzi e ragazze da scuole, oratori e società sportive limitrofe, che fino ad ora hanno portato a 800 pernottamenti nell’area circostante.

«Sapete che da anni ormai Camera di Commercio con la Varese sport commission cerca di attrarre eventi di varia tipologia – spiega Mauro Temperelli, segretario generale di camera di Commercio, ente patrocinatore dell’evento – e siamo felici di annunciare che abbiamo trovato la possibilità di attrarre verso le nostre zone uno degli eventi nazionali del CSI, realtà che conta a livello nazionale circa un milione 300mila iscritti»

I giorni del Wow Festival, appuntamento che rientra nel progetto Coni 2019 “Let’s Play Sports!”, hanno in programma anche convegni, corsi di formazione e numerosi stand per approcciare al meglio queste discipline e far avvicinare tecnici, dirigenti sportivi e semplici curiosi.

«E’ la prima volta che organizziamo un evento cosi grosso in provincia di Varese – ha spiegato Redento Colletto, presidente del Csi Varese – In provincia siamo circa 22 mila tesserati, e più di 200 società sportive: abbiamo sempre collaborato agli eventi Csi, ma è la prima volta che ne avviene uno in provincia di Varese: è una bella responabilità. Anche perchè ci sono molte aspettative per queste realtà emergenti che qui sono già praticate, come il tchoukball per esempio, che qui è una realtà attiva, o il nordic Walking»

L’ingresso alla fiera sarà gratuito e aperto a tutti, sia per i convegni sia per le tante attività di gioco. La caratteristica principale del Wow festival sarà inoltre l’accessibilità dei suoi sport: per tutti, praticabili da squadre miste, facilmente adattabili, aperti anche ai diversamente abili.

«Il gioco e lo sport hanno oggi diverse sfaccettature, sfuggenti alle etichette – afferma il presidente nazionale del Csi, Vittorio Bosio – Sport destrutturati? Giochi a bassa intensità agonistica? Stiamo vivendo un’epoca di grandi cambiamenti. Oltre ai giochi e agli sport arcinoti, ve ne sono altri meno conosciuti: alcuni ci faranno discutere, altri più spiritosi e divertenti ci piaceranno subito. Il Csi ha sentito la necessità di farli coesistere e vivere, promuovendoli nel Wow Festival, valorizzando così le loro specifiche componenti educative e culturali».

Nella conferenza stampa che ha presentato la manifestazione, tenutasi al nuovo info Point turistico di piazza Monte Grappa,  sono intervenuti il presidente nazionale del Csi, Vittorio Bosio, il segretario generale della Camera di Commercio di Varese, Mauro Temperelli, il presidente regionale del Csi Lombardia, Paolo Fasani, il presidente del Csi Varese, Redento Colletto, e Michele Marchetti, direttore generale del Csi.

eventi Varese

«In Lombardia abbiamo 409mila tesserati e quasi 3400 società sportive – racconta Paolo Fasani, presidente regionale CSI – Numeri molto alti che esprimono la forza del Csi in lombardia, che organizza come sapete attività sportive in proprio: abbiamo i nostri campionati, le nostre gare e i nostri trofei, con i nostri tecnici. Tra l’altro organizziamo un trofeo polisportivo seguito e consolidato: vi partecipano tra le 2200 e le 2400 persone. Sono talmente tanti che non riusciamo più ad organizzarlo in Lombardia, ma dobbiamo trasferirci in Emilia Romagna dove l’offerta alberghiera è molto piu importante e anche le strutture sportive non mancano».

Il Festival strutturato in quattro aree vedrà nello spazio “Agon” dimostrazioni dell’aspetto agonistico e competitivo delle nuove discipline sportive; nell’Agorà e nel Forum luoghi di confronto, ascolto, relazioni, scambio di idee. Infine l’Academy sarà uno spazio di apprendimento, istruzione e formazione con esperti e professionisti del settore. Qui la Scuola Nazionale Tecnici del Csi proporrà, con uno staff di docenti assai qualificato, ben 4 eventi formativi.

Ricco di significato si preannuncia il convegno “La promozione sportiva per la crescita dei giovani: tra riforme, attese e speranze”. A confronto alcuni tra i più importanti enti di promozione sportiva. Sabato 28 settembre alle 16 interverranno infatti Vittorio Bosio, Presidente nazionale CSI; Ciro Bisogno, Presidente nazionale PGS; Vincenzo Manco, Presidente nazionale UISP; Damiano Lembo, Presidente nazionale US ACLI.

Info e dettagli sul sito dedicato www.wowfestival.it

di stefania.radman@varesenews.it
Pubblicato il 25 settembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore