“Non ho più l’età per partecipare ad una scissione”

Angelo Ruggeri, segretario Pd nel secondo Comune a guida centrosinistra più importante della provincia, è sempre stato uno dei più convinti sostenitori dell’ex segretario e premier ma non lo seguirà

angelo ruggeri

«Non ho più l’età per partecipare ad una scissione», la butta sul ridere Angelo Ruggeri, segretario Pd di Somma Lombardo, ma la sua risposta è sintomatica di un’accoglienza non troppo entusiasta della decisione di Matteo Renzi di lasciare il partito per dare vita al uovo “Italia Viva”.

Ruggeri, segretario Pd nel secondo Comune a guida centrosinistra più importante della provincia, è sempre stato uno dei più convinti sostenitori dell’ex segretario e premier e seppur continua a stimare Renzi non lo seguirà in questa nuova fase politica.

«Considero Renzi uno dei personaggi politici più capaci e avrà ponderato bene i tempi e i modi di questa decisione – spiega Ruggeri -, ma personalmente ritengo di restare nel Partito Democratico».

Ha seguito Renzi fin dal 2012, cosa non condivide di questa scelta?

«Per imbarcarsi in un’avventura del genere servono molti stimoli e per quanto mi riguarda non ce ne sono abbastanza. Seguire questo nuovo progetto, anche se a livello locale, che è dove sono impegnato io nel fare politica, richiede una motivazione e una scorta di energie enorme della quale io oggi io non dispongo, oltre al fatto che l’orizzonte a cui si rivolge lo sguardo di Renzi a me resta molto limitato».

Quindi resta nel Partito democratico ma con quale spirito dopo l’uscita dell’ex segretario?

«Naturalmente penso che il partito non possa sedersi o pensare di essersi tolto un problema. Adesso il Pd deve valutare in maniera seria se le istanze che l’ex sindaco di Firenze ha sempre rappresentato al suo interno in questi anni siano avulse dalla sua politica oppure no. Il Pd pensa di lasciare queste tematiche a Renzi oppure intende battagliare sullo stesso campo? Si accontenta degli Emiliano oppure vuole rappresentare qualcosa di più?»

A breve si aprirà a Somma la campagna elettorale per le elezioni amministrative. Conferma che non la vedremo alla guida di Italia Viva? Pensa che nascerà comunque quel movimento in città?

«No io no, sono troppo vecchio per fare scissioni. Certo sarei comunque contento se nascesse qualcosa, magari con persone nuove. Il valore aggiunto di questo nuovo partito di Renzi ci sarebbe se sarà in grado di smuovere l’impegno politico di cittadini ed energie nuove rispetto ai soliti nomi della politica».

Avete già cominciato a lavorare per le prossime elezioni?

«Non abbiamo mai smesso».

di tomaso.bassani@varesenews.it
Pubblicato il 18 settembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore