Spaccio nei boschi del Parco delle Groane, 16 arresti

Operazione del comando provinciale dei Carabinieri contro un'organizzazione formata da italiani e marocchini che spacciavano nelle zone boschive

Una katana nei boschi dello spaccio

Questa mattina i Carabinieri Comando Provinciale di Milano stanno eseguendo questa mattina (martedì) un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Milano per stupefacenti nei confronti di 16 soggetti.

Le indagini, avviate nel mese di dicembre 2015 dalla Compagnia dei Carabinieri di Rho, hanno consentito di documentare l’esistenza di un gruppo criminale strutturato, composto da individui di nazionalità marocchina e italiana dedita allo spaccio di sostanze stupefacenti, in un’area boschiva non distante dal parco delle Groane, all’interno del perimetro comunale di Lainate.

Nove sono gli uomini di origine italiana coinvolti nell’organizzazione tra questi due 36enni di Parabiago, un 31enne e un 26enne di Nerviano. I tre si rifornivano nel bosco della droga di Lainate per poi smerciare la sostanza nei rispettivi centri.

 

Continua a leggere su Legnanonews

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 settembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Felice

    W i Carabinieri e GRAZIE. Basta con questo schifo…italiano o marocchino che sia. Riprendiamoci il nostro territorio metro dopo metro. La guerra è iniziata.

Segnala Errore