Medici e infermieri nel bosco dello spaccio, Gallera: “Un piano per il parco delle Groane”

Il piano di Gallera per porre un rimedio ad un problema sociale che sta assumendo proporzioni enormi. L'obiettivo è prevenire malattie e indirizzare verso le strutture che si occupano di dipendenze

siringhe droga spaccio nei boschi

«Esiste un mondo luminoso fuori dal tunnel della droga e le istituzioni hanno il dovere di lavorare insieme per renderlo possibile». Lo ha detto l’assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera, durante la presentazione del ‘Progetto Groane’ finalizzato a fornire una speranza e un percorso positivo di vita ai consumatori di sostanze stupefacenti che frequentano il vastissimo Parco brianzolo.

Il piano è coordinato dal Prefetto di Monza, Patrizia Palmisani, e prevede l’abbinamento fra l’azione repressiva e di sorveglianza del territorio e le attività socio-sanitarie ed educative coordinate da Regione Lombardia con l’ATS della Brianza, il supporto di Croce Rossa Italiana e gli operatori del privato sociale.
La presentazione arriva nel giorno della retata anti-spaccio dei Carabinieri di Rho a Lainate, altra zona del parco frequentata da spacciatori. Sedici gli arresti ordinati dalla Procura.

PRESIDIO MOBILE TRE POMERIGGI A SETTIMANA – “In questo primo periodo – ha spiegato Gallera – abbiamo previsto l’attivazione di un presidio mobile il martedì, mercoledì e venerdì dalle 14.00 alle 18.00 con la presenza di personale sanitario (soccorritori ed infermieri) e socio-educativo, sull’area comunale di Ceriano Laghetto”.

RAPIDA ATTIVAZIONE EMERGENZA/URGENZA – «Tra le attività` svolte – ha concluso Gallera – ci sarà quella di counseling e consegna informata di materiale sanitario ( siringhe e materiale sterile), la rapida attivazione dell’emergenza/urgenza in caso di necessità, piccoli interventi sanitari e medicazioni, orientamento ai Servizi territoriali che si occupano di dipendenze e di accoglienza».

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 24 settembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore