Borracce per tutti: il liceo Crespi è “amico dell’ambiente”

Il liceo ha distribuito 1321 borracce, colorate i modo differente a seconda degli indirizzi. Francesco Colombo, rappresentante degli studenti, spiega l'iniziativa

distribuzione borracce

Ospitiamo l’articolo di Francesco Colombo, studente del liceo di Busto Arsizio, che ci racconta il senso dell’iniziativa voluta dalla dirigente Cristina Boracchi


“Un piccolo passo per i Crespiani …un grande passo per l’umanità!”

Ebbene, presso il Liceo Crespi c’è aria di cambiamento, innovazione ma soprattutto sensibilizzazione e consapevolezza. 

Quale gesto più concreto per educare i giovani al rispetto dell’ambiente (tematica molto sentita) se non rimpiazzando le bottiglie di plastica con borracce personalizzate della Scuola

Un investimento notevole, ma di certo ben calibrato e azzeccato da parte della Dirigenza. 

Una rivoluzione graduale partita il 28 Settembre, con la distribuzione delle borracce ai ragazzi di prima, durante un evento al quale hanno presenziato autorità di rilievo come assessori regionali, membri del MIUR e media.
Durante la mattinata, al termine delle conferenze tenute dalla Dirigente Scolastica Cristina Boracchi e dai prof. Belotti e Pezzimenti (nonché i complimenti e saluti degli esterni), i quattro rappresentanti d’Istituto hanno consegnato personalmente a tutti gli alunni delle prime i nuovi prodotti, subito utilizzabili assieme agli erogatori d’acqua (già attivi da settimane): rosse per gli alunni del Classico, blu per i ragazzi del Linguistico e verdi per quelli delle Scienze Umane.

Alla cerimonia è seguito un lungo periodo di distribuzione delle borracce a carico dei rappresentanti al resto degli Studenti, conclusosi sabato 19 ottobre, precisamente 1321!

Un’iniziativa lodevole, volta a dare una svolta nella realtà quotidiana, che si aggiunge ai già numerosi progetti inerenti l’ecosostenibilità lanciati dal nostro Liceo negli ultimi anni.

di
Pubblicato il 21 ottobre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore