Cucchi: “Il gruppo Cap ripulirà il fondale dell’Olona dai residui fognari”

Dopo le polemiche delle settimane scorse a seguito dello sversamento di acque fognarie per una settimana nel fiume, arriva l'accordo tra Plis e Gruppo Cap per ripulire il tratto di Olona

raffaele cucchi fiume olona parabiago

A seguito dell’incontro del Comitato di Coordinamento del Parco dei Mulini della scorsa settimana che ha definito, tra i molti punti all’ordine del giorno, la nuova convenzione per la gestione associata del parco, l’approvazione del bilancio triennale, le proposte di interventi secondo la convenzione Gruppo CAP-Consorzio fiume Olona, lo stato delle vasche di laminazione del torrente Bozzente a Nerviano, l’Olona Greenway, il Mulino Day 2020 e la bozza di Masterplan del Parco Castello di Legnano; ieri l’incontro tra il Comune di Parabiago, capo convenzione del Plis Mulini, e Gruppo CAP.

L’appuntamento è arrivato a stretto giro di posta dopo le tante polemiche per la gestione dell’intervento di manutenzione al depuratore di Canegrate, effettuato dal Gruppo Cap, che ha di fatto reso possibile lo sversamento diretto nell’Olona delle acque scure di oltre 100 mila abitanti della zona, per una settimana.

Finiti i lavoratori al depuratore, Cucchi chiede la convocazione del Plis

Il Comitato del Parco, infatti, ha avanzato alcune proposte per definire meglio e con maggior dettaglio gli interventi di manutenzione ordinaria del fiume Olona, osservazioni che sono state condivise con Gruppo CAP secondo la convenzione sottoscritta quest’anno con il Consorzio fiume Olona, un accordo che durerà 13 anni.

In merito interviene il sindaco Raffaele Cucchi in qualità di Comune capo convenzione e con mandato da parte del Comitato di Coordinamento: “Grazie a questo accordo di collaborazione, Parco dei Mulini, Gruppo CAP e Consorzio Fiume Olona hanno stabilito di intervenire con una manutenzione straordinaria di pulizia del fiume da qui al 2020 e, al contempo, hanno meglio dettagliato gli interventi già previsti in convenzione per garantire una manutenzione dell’Olona più mirata. Questo significa intervenire per fare pulizia lungo gli argini, ma anche rimuovere i sedimenti per evitare eventuali esondazioni in caso di eccessive piogge.”.

Sarà, quindi, Gruppo CAP a realizzare gli interventi straordinari che prevedono per il primo anno, un’accurata pulizia degli argini e del fondo del fiume con la rimozione dei sedimenti. Mentre per i successivi anni, la convenzione prevede già interventi di manutenzione ordinaria di cura del fiume e l’incontro di oggi è servito per entrare nello specifico e dettagliare meglio a quali interventi si darà seguito prevedendo, all’interno della convenzione, anche la pulizia degli argini e la rimozione dei sedimenti.

«L’attenzione per la salute del fiume non è mai venuta meno da parte degli amministratori locali -conclude Cucchi- anzi è aumentata nel corso degli anni attraverso convenzioni che ne hanno garantito la manutenzione e il controllo. Non solo, ma ad affiancare l’ordinaria amministrazione, i molti progetti ambientali che mirano da anni a valorizzare il territorio a partire dall’impegno verso le zone agricole e gli agricoltori, a quello per la fruizione degli spazi e dell’ambiente rurale attraverso eventi e manifestazioni, fino all’impegno costante per la cura dell’Olona. Ringraziamo in tal senso Gruppo CAP, il Consorzio Fiume Olona e quanti, a vario titolo, si stanno impegnando in politiche ambientali di tutela e valorizzazione del nostro parco, del fiume Olona e del territorio in generale».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 ottobre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore