Le lapidi ci parlano, da una pagina Facebook al libro

L'appuntamento con Elisabetta Cacioppo e Massimo Tafi, autori di "E serbi un sasso il nome", è per mercoledì 6 novembre alle ore 17 e 45 alla Biblioteca “Bruna Brambilla” all'Istituto Anna Frank di Varese

Tomba Cantoni devastata Gallarate

Mercoledì 6 novembre alle ore 17 e 45, alla Biblioteca “Bruna Brambilla” all’Istituto Anna Frank di Varese, Elisabetta Cacioppo e Massimo Tafi intervistati da Rocco Cordì, presentano il libro “E serbi un sasso il nome” (Pentagora) straordinarie storie comuni affidate a una lapide.

Persone qualsiasi incontrate nei cimiteri d’Italia, la cui vita sembra esaurirsi nelle semplici date di nascita e di morte, a una paziente ricostruzione, si rivelano protagoniste
di vicende sorprendenti, nelle quali la storia quotidiana si intreccia con la grande storia. Storie bellissime e sconosciute che restituiscono alle persone la loro dignità di
viventi, raccontandone virtù e debolezze.

Elisabetta Cacioppo è laureata in giurisprudenza. Fotografa di viaggi, di paesaggi, di meridiane e… di cimiteri.

Massimo Tafi laureato in filosofia. Fondatore di Mediatyche, società di consulenza di comunicazione. Già docente ai master di comunicazione dell’Università Statale-Bicocca di Milano e dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Appassionato di ricerca storica, ha collaborato a diversi volumi collettivi.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 ottobre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore