Javorcic: “Ottima partita”. La dirigenza della Pro Patria chiede più rispetto agli arbitri

Alla fine della gara persa 3-2 in Coppa Italia, le parole del mister tigrotto promuovono la sua squadra ma la società

pro patria feralpisalò ivan javorcic

La Pro Patria esce dalla Coppa Italia di Serie C, sconfitta 3-2 sul campo della FeralpiSalò. Un ko che sa di beffa per i tigrotti e che spinge la dirigenza bustocca, con le parole del responsabile della comunicazione Nicolò Ramella, chiede maggiore attenzione agli arbitri, in riferimento alle ultime partite: «Gli errori arbitrali pensiamo stiano diventando troppi, gli ultimi questa sera in Coppa Italia. La società è stufa di questa situazione. La direzione dell’arbitro non ci è sembrata equa».

A parlare della gara sotto il punto di vista tecnico ci pensa l’allenatore Ivan Javorcic: «Penso che abbiamo fatto un’ottima partita e i ragazzi sono stati straordinari, sono stati perfetti. Sono orgoglioso della partita fatta dalla mia squadra contro una squadra che ha l’ambizione di salire in Serie B. Sappiamo però che il calcio è fatto di episodi, accettiamo il risultato e guardiamo avanti».

«E’ stata un’esperienza importante – conclude Javorcic – e ce la porteremo dietro come bagaglio. Bisogna essere realisti e capire che andare avanti 2-0 sul campo della Feralpi bisogna aspettarsi la rimonta di questa squadra».

Sean Parker ha siglato il momentaneo 1-0 della gara: «C’è rammarico perché abbiamo iniziato bene, potevamo fare meglio e portare a casa la vittoria, invece gli episodi ci condannano e siamo stati eliminati. Affrontare avversari forti mi piace, mi aiuta a crescere e migliorare. Stiamo passando un momento delicato, ci sono assenze ma chi entra in campo sta dimostrando di essere all’altezza

Stefano Sottili, allenatore della FeralpiSalò, tira un respiro di sollievo e guarda il bicchiere mezzo pieno: «Il lieto fine ci porta a essere più soddisfatti per la rimonta effettuata, ma come staff tecnico analizzeremo dove abbiamo commesso errori. Dobbiamo far vedere ai ragazzi che se le cose vengono fatte bene si ottengono risultati. Credo sia stata una manna dal cielo che siamo riusciti a chiuderla nei 95′, penso che la Pro Patria nel finale ne avesse più di noi. Alla fine è stata per noi una vittoria rocambolesca, ma anche meritata».

PAGELLE

MANGANO 6,5: Non può nulla sui gol subiti, è invece bravo in un paio di occasioni in porta e sicuro in presa alta

MOLINARI 5,5: Gioca con personalità anche quando viene dirottato sulla fascia destra. Peccato per l’ingenuità all’ultimo minuto che ha portato al rigore del 3-2

LOMBARDONI 6: Gara nervosa e non facile, il secondo tempo mette alla prova la difesa biancoblu. Regge con carisma

BOFFELLI 6,5: Sempre puntuale negli anticipi, si fa valere anche sui tanti cross messi dentro dalla Feralpi in area bustocca

MARCONE 5,5: Adattato a fare il laterale destro, si propone bene quando può ma in difesa perde il confronto con Mordini
Battistini 6: Entra e fa quel che può ma non riesce ad arginare gli attacchi dei bresciani

PALESI 6: Tanta sostanza, importante la palla recupata per il momentaneo 2-0, manca ancora un po’ di qualità in attacco
Masetti 5,5: Inserito da mezzala, non riesce a dare nuova linfa alla fase d’attacco tigrotta

BERTONI 6: Gestisce bene palla e prova anche qualche incursione solitaria. Gara positiva anche se senza acuti

PEDONE 6: Quando accelera mette in difficoltà la difesa avversaria. Purtroppo per lui e per la Pro non riesce a partire con costanza

GALLI 6: Sulla sinistra difende bene e attacca quando può

DEFENDI 6: Bravo in occasione del gol a rimanere freddo, sfortunato sul rigore che il portiere avversario gli para con una grande parata

PARKER 6,5: Gara tosta. La prima palla che tocca la mette in rete di testa, poi lotta per tutta la gara con ardore

di francesco.mazzoleni@varesenews.it
Pubblicato il 27 Novembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore