Varese, a Rovato arriva la seconda batosta consecutiva

Una meta di Calabrese nel finale evita un nuovo "zero" (66-5) ma il divario con i bresciani è apparso enorme. Ora la classifica piange

L\'ultima stagionale del Rugby Varese

Seconda sconfitta con distacco abissale per il Rugby Varese, che dopo la lezione subita in casa dal Lecco due settimane fa, prima della pausa (0-48), torna con un pesante 66-5 sul groppone dalla trasferta bresciana di Rovato, con l’unica consolazione di aver evitato sul finale di gara il secondo “zero” consecutivo nella casella dei punti segnati.

Dell’ala Luca Calabrese la meta di consolazione, per altro non trasformata, al termine di una partita pressoché interamente di marca bresciana. I padroni di casa hanno confermato quindi il pronostico della vigilia, sfruttando la netta superiorità fisica nei confronti dei biancorossi e – ma non può essere una giustificazione – l’abitudine a giocare sul campo in sintetico dello stadio “Pagani”.

Il Varese ha provato a costruire qualcosa nei primi minuti di gioco, ma il Rovato ha colpito quasi subito con Belotti e poi ha piazzato un uno-due in 3′ con De Carli e Galvani che ha rapidamente indirizzato la gara. Da lì in poi la squadra di Pella e Galante non è più riuscita a farsi valere salvo, appunto, la meta quando ormai il match era al tramonto.

Ora, però, la classifica del Varese piange: il bottino ottenuto all’esordio con la vittoria su Capoterra è rimasto isolato e i biancorossi sono già all’interno della zona “rossa” della graduatoria, visto che anche l’Amatori&Union ha ottenuto la prima vittoria (proprio in Sardegna). Nel prossimo turno Bosoni e compagni affronteranno un altro avversario di buon rango, il Monferrato (che ha appena travolto il Sondrio); poi a seguire gli scontri diretti con squadre della stessa fascia. Lì la squadra di Pella e Galante non potrà sbagliare: il campionato è ancora lungo, ma vale la pena evitare scivoloni pericolosi.

ROVATO – VARESE 66-5 (40-0)

MARCATURE: 5’ mt Belotti tr Deretti (7-0); 11’ mt De Carli (12-0); 14’ mt Galvani tr Deretti (19-0); 18’ mt Rossini tr Deretti (26-0); 34’ mt Echazù tr Deretti (33-0); 39’ mt Galvani tr Deretti (40-0). ST: 11’ mt Rossini (45-0); 23’ mt Rossini tr Scalia (52-0); 31’ mt Abeni tr Scalia (59-0); 36’ mt Milani tr Scalia (66-0); 38’ mt Calabrese (66-5).

VARESE: F. Bianchi (Zuinisi), Calabrese, Malnati, Valcarenghi, Fulginiti (Genua), Pandozy, Tamborini (Sacchetti), Bobbato, Djoukouehi (Margherini), Borello, Contardi, Lacchè (Arreghini), Maletti (Ciavarrella), Patruno (Dal Sasso). Bosoni. All.: Pella e Galante.
ARBITRO: Markus Dosti di Roma (M. Chiappa, T. Scaglia).

SERIE B – GIRONE 1

RISULTATI (4a giornata): Bergamo – Piacenza 41-14, Cus Milano – Ivrea 77-5, Lecco – Franciacorta 17-3, Rovato – Varese 66-5, Capoterra – Amatori & Union Milano 17-30, Monferrato – Sondrio 76-3.
CLASSIFICA: Cus Milano 19; Lecco 18; Rovato 16; Monferrato 12; Bergamo 10; Piacenza 9; Franciacorta 8; Capoterra 6; Varese, Sondrio, Ivrea 5; A&U MI 4.

di
Pubblicato il 19 novembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore