Duemilalibri, 7500 persone coinvolte. “Un pubblico eterogeneo e nuovo”

L'assessore alla cultura Massimo Palazzi commenta i numeri (e non solo) della ventesima edizione

Fabio Volo alla prima di Duemilalibri

Dieci giorni senza sosta di eventi e incontri con gli autori per un totale di 78 appuntamenti. Oltre 6mila presenze alle presentazioni, più di 1.500 studenti gallaratesi coinvolti; 45mila persone raggiunte via Facebook con gli eventi giornali e i programmi di giornata; undici diverse location; quattro mostre.

L’assessore alla Cultura, Massimo Palazzi, va però oltre le cifre, «pur importanti»: «Abbiamo proposto un programma molto diversificato in grado di rivolgersi a un pubblico eterogeneo, dal punto di vista anagrafico e da quello dell’interesse culturale: la soddisfazione è avere incontrato il favore di tante persone diverse, abbiamo visto molte “facce nuove” rispetto a quelle che da sempre prendono parte a queste rassegne. Questo è un risultato molto importante, come è importante che gli autori, a partire da quelli più noti, siamo intervenuti con grande entusiasmo e disponibilità, dimostrando di conoscere a prezzare la nostra manifestazione. Ciò significa avere ben seminato in questi vent’anni e soprattutto ci dà lo slancio per proseguire su questa strada, tenendo viva Duemilalibri tutto l’anno con eventi a tema che possono contare su un brand ormai conosciuto e considerato ovunque».

L’assessore ha presenziato a quasi tutti gli appuntamenti, sempre introducendo di persona gli autori. . Da parte dell’esponente della giunta Cassani ci sono anche le “menzioni speciali” che vanno alla serata dedicata alla storia del tessile gallaratese e alla presentazione dei libri di storia locale «che hanno visto la partecipazione spontanea di tantissimi ragazzi», alla qualificatissima platea per l’incontro con Galli della Loggia e ai convegni del 25 novembre in occasione della giornata contra la violenza alle donne «che hanno richiamato tutti assieme professionisti, studenti e tanti gallaratesi».

Infine, da parte dell’assessore Palazzi, un ringraziamento speciale alla squadra: «Il lavoro della dirigente e del personale dell’ufficio Cultura, della biblioteca e del Sistema bibliotecario Panizzi è stato straordinario. Così come è stato fondamentale l’apporto delle librerie, a partire da Biblos, passando da Carù fino ad arrivare a Millestorie. Se il bilancio di questa edizione di Duemilalibri è più che positivo, il merito va sicuramente condiviso con loro».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 dicembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore