Furto “con l’abbraccio”, denunciata trentaseienne

La donna avvicinava le vittime salutandole e facendo finta di essere una loro parente

Avarie

Nella giornata di ieri, martedì, i carabinieri della Stazione di Arcisate al termine di un’indagine hanno denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Varese una trentaseienne disoccupata del luogo, responsabile del reato di furto aggravato.

I militari dopo aver raccolto le denunce – querele presentate negli ultimi 4 mesi da persone ultra 80enni del luogo, vittime di furto del proprio orologio da polso di particolare valore (stimato sui 4000 euro) e della propria fede nunziale, hanno accertato che la donna, avvicinava le vittime salutandole e, facendo finta di essere una loro parente, li stringeva con un abbraccio, manovra con cui riusciva a sfilare orologi da polso ed anelli.

In un’occasione una delle vittime è riuscita ad evitare il furto del proprio orologio e a chiamare i carabinieri subito dopo la fuga dell’indagata.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 dicembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore