Più bello e accogliente il “reparto delle donne”

Costato 2,8 milioni di euro, al termine di 21 mesi di lavori, riapre l'ostetricia e ginecologia che attende i cittadini sabato 14 dicembre

ospedale di tradate

IUn reparto nuovo e accogliente. Con camere a due letti, bagno interno, climatizzate e confortevoli. Sono finiti i lavori di ristrutturazione del reparto di ostetricia e ginecologia dell’ospedale Galmarini di Tradate.

Il professor Fabio Ghezzi, Direttore della ginecologia e ostetricia aziendale, e il primario di Tradate Matteo Zanfrà hanno raccolto la richiesta delle ostetriche e sabato 14 dicembre apriranno alla cittadinanza le porte del reparto.

L’open Day è in programma dalle ore 14.00 fino alle ore 18.00: si potranno visitare le rinnovate stanze di degenza, il Nido e la Sala Parto.
Nonostante quest’anno si arrivi a mala a pena a sfiorare i 500 parti, il primario è fiducioso che l’ostetricia, rimessa a nuovo, sarà capace di accogliere di nuovo le partorienti: « Quest’anno abbiamo tenuto nonostante i disagi dei lavori».
Numeri più confortanti arrivano dalla ginecologia dove sono stati effettuati 500 interventi di ginecologia benigna in laparoscopia mentre l’ostetricia vanta il primato lombardo del minor numero di tagli cesarei.

Il reparto dispone di 23 posti letto. A disposizione dei pazienti vi sono 5 stanze doppie con bagno privato dedicate alla ginecologia, 6 stanze doppie con bagno privato dedicate all’ostetricia e una stanza singola con bagno privato dedicata a pazienti con esigenze particolari.
In ogni camera tutti i letti sono automatizzati e vi è la presenza di fasciatoio e vasca per il lavaggio del neonato.

La sala parto è dotata di due sale travaglio parto dotate di vasca per il travaglio in acqua, sala operatoria dedicata per le urgenze e sala monitoraggio del post-partum.
Pienamente rinnovati anche i 9 ambulatori dove, quest’anno sono state eseguite oltre 10.000 prestazioni, mille in più dello scorso anno. La nuova sede del reparto permetterà di avviare nuovi progetti, quali, ad esempio, l’implementazione dell’attività di  diagnostica ginecologica con riferimento all’ambulatorio di isteroscopia e all’ambulatorio uroginecologico, l’implementazione dell’attività ambulatoriale ostetrica, l’attivazione dell’ambulatorio  dedicato alla sessualità e alla contraccezione e dell’ambulatorio dedicato alla menopausa.

E mentre un reparto apre, un altro si avvia a chiusura per “restauro”. Il prossimo anno, infatti, toccherà alla pediatria sottoporsi a ristrutturazione mentre a febbraio dovrebbe avviarsi il cantiere per la riqualificazione della sala d’aspetto del pronto soccorso mentre entro fine anno notizie positive si attendono anche per il blocco chirurgico. «Siamo molto contenti di vedere concretizzati alcuni degli importanti progetti che riguardano questo Ospedale – ha commentato il direttore generela Gianni Bonelli – Mi riferisco alla riorganizzazione dell’area internistica con l’attivazione della Degenza Breve Internistica, grazie all’entrata in servizio di tre nuovi specialisti, e all’apertura del nuovo reparto di Ostetricia e Ginecologia, frutto di un investimento di 2 milioni e 280mila».

Il DG ha quindi presentato il nuovo Direttore della Cardiologia del Galmarini, la Dott.ssa Battistina Castiglioni, entrata in servizio dal primo settembre e nota soprattutto per la grande competenza in ambito interventistico: « Per me questa è una sfida importante – ha dichiarato – da un lato il mio impegno è portare in questa equipe l’approccio interventista che mi contraddistingue, dall’altro è far crescere le eccellenza che ho trovato. Inoltre, grazie alla possibilità di accedere direttamente all’emodinamica del Circolo, siamo già in grado di seguire i nostri pazienti garantendo loro continuità nel percorso di cura seguendoli personalmente».

di
Pubblicato il 12 dicembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore