Scuole, verde e strade: le priorità del bilancio

L’assessore al bilancio Tomasini presenta le voci principali del bilancio di previsione, che verrà sottoposto al voto al Consiglio comunale del 23 dicembre

Cardano al Campo generico

«Niente stravolgimenti, ma interventi urgenti sulla manutenzione dei plessi scolastici, sugli interventi al verde pubblico e sulle asfaltature. Dalla primavera cominceremo a ragionare a più ampio respiro». L’assessore al bilancio di Cardano al Campo Valter Tomasini ha presentato i punti salienti del bilancio di previsione 2020-22. Che, come ci ha confermato, sarà impuntato sulle spese più urgenti. Il bilancio verrà presentato nella serata di lunedì 23 dicembre alle 21.

L’assessore ha dichiarato che «sono stati individuati diversi lavori di ristrutturazione nei quattro plessi scolastici del comune», e che le spese per questi interventi sarà di poco più di un milione. «Sono lavori – ha aggiunto – che non possono essere rinviati; parlando con gli insegnanti e i genitori degli alunni, ci è stata fatta presente la situazione problematica delle nostre scuole». Un altro intervento da realizzare sarà la sistemazione del tetto del municipio. Sul finire dell’estate, una violenta gradinata si è abbattuta su Cardano, colpendo proprio l’edificio comunale. «È un intervento urgente che non possiamo derogare» ha confermato Tomasini.

Circa 600 mila euro saranno investiti nelle asfaltature: «Ci sono diversi tratti di strada in cui il manto stradale è da sistemare, e a cui bisognava dare priorità». Il terzo punto su cui l’amministrazione Colombo ha voluto puntare nel bilancio del suo primo anno in carica riguarda il verde pubblico: 80 mila euro saranno investiti nelle potature. Necessarie, secondo l’assessore, perché «in questi 20 anni non è mai stata fatta una programmazione costante. Ora noi interveniamo subito, poi, a partire dalla primavera, cominceremo una programmazione costante».

L’assessore sottolinea l’impegno che la maggioranza intende mettere sulle imposte, ovvero sulla loro riscossione: «Le competenze le abbiamo. Non è un problema di accertamento delle imposte, ma di riscossione. Non intendiamo dare vita a una polizia tributaria, ma se possibile trovare accordi con i cittadini per cercare intese. Le tasse, in ogni caso, si devono pagare». Tomasini specifica che si proverà a lavorare sul pregresso, sulle tasse degli anni precedenti: «Seguiamo la linea del governo, partita con il Conte I, che intende recuperare le tasse pregresse, per far quadrare meglio i conti».

Insieme al bilancio di previsione, in Consiglio verrà discusso il DUP, l’istituzione delle commissioni consiliari (un po’ tardiva, tanto che la lista di opposizione Progetto Cardano ha presentato un esposto al prefetto), la presentazione del bilancio dell’Azienda Speciale Servizi Pubblici, e infine una mozione delle opposizioni per l’organizzazione di una giornata in sostegno del popolo curdo.

caccianiga.marco@yahoo.it
Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 23 Dicembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.