Il tribunale revoca i domiciliari per Fratus, Cozzi e Lazzarini

Il provvedimento è stato firmato dal giudice Daniela Frattini dopo che sono state acquisite tutte le testimonianze nel processo in corso a Busto Arsizio per turbativa d'asta

processo piazza pulita tribunale busto arsizio

Dopo sei mesi di arresti domiciliari l’ex-sindaco Gianbattista Fratus, Maurizio Cozzi e Chiara Lazzarini tornano in libertà ma con l’interdizione dai pubblici uffici e nelle partecipate nel Comune di Legnano. I tre sono a processo con l’accusa di turbativa d’asta per la scelta del direttore generale del Comune di Legnano, per l’incarico di direttore di Amga e per il ruolo di consulente fiscale di Euro.Pa. Al solo Fratus è contestata anche la corruzione elettorale.

All’ex-primo cittadino il giudice Daniela Frattini, che ha firmato il provvedimento con parere favorevole del pm, ha anche vietato la dimora nel territorio della città di cui è stato sindaco e il divieto di entrarvi senza autorizzazione del giudice.

Il provvedimento arriva dopo che è decaduto il pericolo di inquinamento delle prove in quanto tutti sono state acquisite le testimonianze in aula.

TUTTI GLI ARTICOLI SUL PROCESSO

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 dicembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore