Un nuovo generale per il Comando NATO di Solbiate Olona

Il Generale di Corpo d’Armata Roberto Perretti ha ceduto la guida del Comando multinazionale a Guglielmo Luigi Miglietta

Cambio al vertice del Corpo d’Armata di Reazione Rapida della NATO in Italia

Si è svolta lunedì sera a Milano nella splendida cornice di Palazzo “Cusani” la cerimonia che ha suggellato l’avvicendamento alla guida del Comando di Reazione Rapida della NATO in Italia (NRDC-ITA). Dopo aver salutato al mattino tutto il personale dipendente nella caserma “Ugo Mara” di Solbiate Olona, sede operativa di NRDC-ITA, il Generale di Corpo d’Armata Roberto Perretti ha ceduto la guida del Comando multinazionale al Generale di Corpo d’Armata Guglielmo Luigi Miglietta.

Galleria fotografica

Cambio al vertice del Corpo d’Armata di Reazione Rapida della NATO in Italia 4 di 15

A presenziare la cerimonia, i cui momenti sono stati scanditi dalle note della fanfara della Brigata Ariete, il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, Generale di Corpo d’Armata Salvatore Farina e numerose autorità tra cui il Sottocapo di Stato Maggiore della Difesa, Generale di Corpo d’Armata Francesco Luigi De Leverano, il Comandante del Comando delle Forze Terrestri della NATO (LANDCOM), Generale John C. Thomson (USA), il Comandante di ARRC (Allied Rapid Reaction Corps), Generale di Corpo d’Armata Edward Alexander Smyth-Osbourne, il Comandante di RRC (Rapid Reaction Corps) France, Generale di Corpo d’Armata Pierre Gillet, il Sindaco di Milano, Dottor Giuseppe Sala, il Prefetto di Milano, Dottor Renato Saccone. Presente anche l’Ambasciatore della Repubblica di Lituania in italia, Ricardas Slapevicius, i rappresentanti diplomatici dei paesi alleati contributori di NRDC-ITA e i presidenti delle associazioni d’arma.

Nell’anno in cui ricorre il 70° anniversario della costituzione dell’Alleanza Atlantica, la scelta di celebrare questo importante cambio di comando nella sede istituzionale del Corpo d’Armata italiano della NATO ha rappresentato per la comunità multinazionale di NRDC-ITA una opportunità per ribadire, dal cuore del capoluogo lombardo, la propria gratitudine a tutta la cittadinanza per la sincera accoglienza da sempre garantita. Un rapporto di vicinanza e reciproca riconoscenza di cui in passato è stato certamente protagonista il 3° Corpo d’Armata, unità gloriosa dell’Esercito da cui discende NRDC-ITA, che proprio da Milano ha scritto pagine indelebili di storia, prendendo parte anche alla Grande Guerra.

Il Generale Perretti, durante il suo intervento, ha evidenziato come questo avvicendamento giunga alla fine di un periodo di oltre tre anni molto impegnativo e ricco di soddisfazioni. NRDC-ITA ha progressivamente consolidato relazioni interistituzionali, fornendo il proprio supporto al sistema Difesa nella sua funzione di garante di democrazia, libertà e sicurezza. E’ stato ed è presente su vasta parte del territorio dell’Alleanza, conducendo numerose attività ovvero garantendo il sostegno a quelle sviluppate da altri.

L’impegno del Comando risulta notevole, inoltre, nell’addestramento delle unità affiliate, che ne conferma il ruolo, acquisito e consolidato nel tempo, di vero e proprio hub addestrativo. Il Comando NATO di Milano, infine, ha uno sguardo particolarmente attento verso il fianco sud dell’Alleanza, cercando costantemente di accrescere capacità, reattività e flessibilità di impiego per essere pronto a rispondere alle crescenti sfide poste dallo scenario globale.

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 dicembre 2019
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Cambio al vertice del Corpo d’Armata di Reazione Rapida della NATO in Italia 4 di 15

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore