Varese sempre più giù: anche l’Amatori&Union vince a Giubiano

I biancorossi sono sul fondo della classifica dopo il KO interno (20-40) contro i milanesi. Nota positiva la seconda doppietta del giovane Ficarra. Galante: «Problema di approccio, ci manca cattiveria agonistica»

meta ficarra rugby varese

Il ritorno in campo di diversi giocatori assenti nelle gare precedenti non sono bastati al Rugby Varese per tornare al successo. La striscia nera della formazione biancorossa si è allungata a sei partite con il KO interno rimediato domenica 15 contro l’Amatori&Union Milano, formazione che nel ranking ipotizzato prima del campionato era nella stessa “fascia” del XV di Giubiano.

Galleria fotografica

Rugby Varese - A&U Milano 20-40 4 di 19

Netto il divario al termine del match disputato al “Levi”: 20-40 per i milanesi allenati da Marco Pisati tra i quali è tornato a giocare, dopo un lustro, il numero 10 Michael Cagnoni che è anche tecnico dei trequarti dopo essere stato capo allenatore. Pella e Galante, tecnici varesini, hanno potuto contare sul rientro dei trequarti Comolli, Malnati e Valcarenghi e dell’avanti Bobbato, anche se sono stati costretti a rinunciare all’ala Fulginiti a causa di un problema muscolare. Dentro, quindi, ancora il giovanissimo Filippo Ficarra (foto in alto di Ambrogio Castiglioni) che è una delle poche note liete di questo periodo e che, anche in questa partita, è andato in meta per due volte, bissando la doppietta segnata contro il Sondrio.

Successo meritato quello dell’Amatori&Union, apparsa più forte in mischia e sulle rolling maul rispetto a un Varese che ha sofferto molto spesso in fase di conquista dell’ovale. La partita è stata più spigolosa del dovuto, anche per via di un arbitraggio al quale è sfuggito qualcosa di troppo, in particolare un intervento gratuito al collo di Ficarra in occasione della sua seconda meta, da parte dell’estremo Crepaldi. Un intervento di frustrazione che non è stato sanzionato ma che avrebbe dovuto portare a una decisione forte da parte del direttore di gara.

Gli ospiti hanno guadagnato vantaggio già nella prima frazione con tre mete siglate da Piciaccia, Marroccoli e Riva, quest’ultimo anche autore di due trasformazioni. Il Varese ha impattato a quota 7 con la prima segnatura di Ficarra (trasformata da Tamborini) ma poi ha mosso il punteggio solo con un piazzato dello stesso Tamborini, quindi alla pausa lunga si è andati al riposo sul punteggio di 10-19. Al rientro in campo i biancorossi si sono ulteriormente avvicinati fino al -2, grazie alla meta immediata di Comolli e alla seconda di Ficarra (12′: 20-22) sulla quale è mancato il cartellino di cui abbiamo detto (nel mezzo, 3 punti di Riva su punizione). Poi però Mastromauro e il solito Riva (al piede) hanno allungato sul +12 nel giro di 4′ e poco dopo la meta di Demolli sugli sviluppi di una rolling maul ha di fatto chiuso i conti. Infine, a 4′ dalla conclusione, ancora Riva ha messo il punto esclamativo con il piazzato del definitivo 20-40.

«Avevamo il dovere di segnare almeno la quarta meta, nonostante le difficoltà in fase di conquista, e ne abbiamo avuta anche la possibilità ma non ci siamo riusciti – è il commento di Mario Galante al termine della gara – In questo momento ci manca la giusta cattiveria agonistica, altrimenti l’obiettivo minimo stagionale diventa complicato. L’Union ha fatto una partita semplice e aggressiva con il pallone in mano, cose che ora ci mancano. Non è stata nemmeno una questione di differenza fisica, quella che c’è per esempio con il Rovato: è proprio un problema di atteggiamento, approccio e attitudine». Domenica 22 nuovo appuntamento casalingo per il Varese: a Giubiano arriva il Piacenza che ora si trova a metà classifica. Vincere è necessario, anche perché ormai il Varese è nel tris di coda.

RUGBY VARESE – AMATORI & UNION MILANO 20-40 (10-19)

MARCATURE: 4′ mt Piciaccia tr Riva (0-7); 11’ mt Ficarra tr Tamborini (7-7); 16′ mt Marroccoli tr Riva (7-14); 24’ cp Tamborini (10-14); 27 mt Riva (10-19). St: 2’ mt Comolli (15-19); 7’ cp Riva (15-22); 12’ mt Ficarra (20-22); 18’ mt Mastromauro tr Riva (20-29); 22′ cp Riva (20-32); 26’ mt Demolli (20-37); 36′ cp Riva (20-40).

VARESE: Comolli, F. Bianchi, Malnati, Valcarenghi (Zuinisi), Ficarra (Carbone), Pandozy, Tamborini (Sacchetti), Bobbato, Djoukouehi, Borello (c.), Arreghini (Contardi), Lacché (Castiglioni), Gulisano, Dal Sasso (Patruno), Maletti (Ciavarrella). All.: Pella e Galante.
ARBITRO: Gabriele Baldassarre di L’Aquila (F. De Bernardi, F. Notaristefano).
NOTE: al 23′ pt cartellino giallo a Picciaccia (M); al 39′ st cartellino giallo a Borello (V) e Pirotta (M); al 40′ st cartellino rosso a Djoukouehi (V).

Serie B Girone 1
RISULTATI (7a giornata): Bergamo-Lecco 5-36, Ivrea-Sondrio 35-19, Cus Milano-Capoterra 55-0, Franciacorta-Monferrato 19-48, Varese-Amatori & Union Milano 20-40, Piacenza-Rovato 15-30.
CLASSIFICA: Cus MI 33, Rovato 31, Lecco 28, Monferrato 26, A&U MI 18, Piacenza 14, Franciacorta 13, Ivrea 10, Sondrio 9, Capoterra, Bergamo, Varese 6.

di
Pubblicato il 17 dicembre 2019
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Rugby Varese - A&U Milano 20-40 4 di 19

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore