Quantcast

Dal mobile alla mobilità

Inaugurata l'edizione 2020 del CES. Una iniziativa di quattro giorni che vede la partecipazione di centinaia di migliaia di persone da tutto il mondo. Da Varese e dalla Lombardia una delegazione di 35 persone

Generico 2018

È la mobilità il piatto forte dell’edizione 2020 del CES di Las Vegas. La presenza dell’auto non è confinata in un padiglione, ormai sempre più grande, ma invade quasi ogni spazio.

Nel gigantesco stand della Sony il posto d’onore è di Vision-S, una berlina elettrica “che è il risultato di tutta la nostra innovazione dai prodotti per l’intrattenimento ai sensori della fotocamera e altro ancora”. Raccontano con orgoglio davanti a tanti giornalisti, fotografi e centinaia di curiosi.

Più che i droni per il trasporto di civili, auto a guida autonoma e prototipi da sogno, è la presenza di Amazon all’interno del padiglione dedicato all’automotive a far percepire il cambio di rotta sulla priorità dei prossimi anni.

Nella scorsa edizione l’azienda di Bezos aveva fatto una scelta originale a Las Vegas. Era presente in modo diffuso tra i vari padiglioni con piccole strutture che richiamavano i venditori ambulanti. Gli addetti regalavano banane e delle auto in miniatura in gomma. Quest’anno l’attenzione è tutta rivolta al settore più in voga. Da qui anche l’importante spazio dato all’accordo con Lamborghini che monterà nel proprio abitacolo Alexa. Una partnership senza oneri economici per la storica azienda automobilistica. Il prezzo pagato è quello di cedere i dati di guida al colosso americano che proprio a Las Vegas ha svelato tutto il proprio interesse per quel settore. Del resto oggi la principale tecnologia cloud, quella dell’assistenza vocale unita a tanti servizi, la logistica, sono gli elementi che caratterizzano Amazon. Per quanto in crisi il mercato dell’auto è sempre uno dei più ricchi al mondo.

Si aggiunga poi che l’innovazione mette sempre più al centro la mobilità piuttosto che l’auto e così in quel settore fanno irruzione con forza tanti soggetti nuovi.

Negli ultimi anni si è parlato tanto di guida autonoma, degli sviluppi che avrebbe avuto grazie all’intelligenza artificiale e al 5G. Tutti elementi che arriveranno sul mercato con tempi meno rapidi di quanto ci si aspettasse e venisse dichiarato. Ora, grazie alla maturità di tante tecnologie e ai cambiamenti delle abitudini legate anche al digitale, l’attenzione si sposta sempre più sui servizi.

Insomma, per questo 2020 a Las Vegas, malgrado i droni che disegnano il cielo, si vedono meno oggetti volanti e più riflessioni su come cambieranno i nostri comportamenti rispetto alla mobilità.

I 35 partecipanti alla Techmission di Confindustria Lombardia e Varese hanno avuto l’occasione di conoscere da vicino le tante novità grazie a diversi incontri combinati proprio all’interno degli stand degli espositori. Panasonic, Lamborghini, Sony, Ibm sono state alcune delle realtà visitate. La delegazione di imprenditori e manager accompagnati dal professor Marco Astuti e da Marco De Battista di Univa, è a Las Vegas da due giorni per scoprire le principali innovazioni presenti al Consumer Electronic Show.

di marco@varesenews.it
Pubblicato il 08 gennaio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore